riciclerà fino a 30 mila tonnellate di plastica- Corriere.it

GameGurus ECONOMIA

Coca Cola continua a scommettere sul Piemonte.

Dopo l’acquisto del 30% di Vergnano e, prima ancora, dello shopping delle bibite Lurisia, il gigante di Atlanta investe 30 milioni di euro per la riapertura del suo sito produttivo di Gaglianico, nel Biellese, che era stato chiuso nel 2013.

L’operazione avviene tramite Coca Cola Hbc, principale imbottigliatore dei prodotti a marchio The Coca-Cola Company sul territorio nazionale. (GameGurus)

Su altri media

Il settore assicura 7.500 posti di lavoro diretti (3,9% della popolazione attiva) e vale quasi il 10% del PIL del paese. Le specie principali sono il merluzzo bianco (220.000 tonnellate), il merluzzo carbonaro (77.000 tonnellate), l’aringa (72.000 tonnellate), l’eglefino (41.000 tonnellate) e lo scorfano (28.000 tonnellate). (pesceinrete.com)

Lo stabilimento di Gaglianico occupa una superficie complessiva pari a 18.000 m2, è alimentato con energia da fonti rinnovabili e, a pieno regime, occuperà oltre 40 addetti diretti. Il piano annunciato da Coca-Cola HBC Italia si articola in due fasi: nella prima, operativa al completamento dei lavori entro fine marzo, entreranno in funzione le linee per lo stampaggio di preforme PET vergine e riciclato, destinate a essere succesivamente soffiate in bottiglie. (Polimerica.it)

In Piemonte Coca Cola annuncia un grande investimento ecosostenibile: tutti i dettagli. La seconda fase partirà invece a luglio, dopo l’approvazione dell’EFSA (European Food Safety Agency). Appena pochi giorni dopo l’entrata in vigore in Italia della Direttiva Europea sulla Plastica Monouso, la Coca Cola annuncia così un primo grande progetto concreto. (Mole24)

«Come Regione siamo capofila, in sede di conferenza Stato-Regioni, nella lotta alla tassazione su zucchero e plastica. «Ringraziamo l’azienda per il grande spirito imprenditoriale dimostrato, nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia e dalle tassazioni», aggiungono Cirio e Chiorino. (http://gazzettadalba.it/)

Trenta milioni di euro per farne un innovativo impianto in grado di trasformare fino a 30mila tonnellate di pet all’anno in nuove bottiglie. A produrle sarà lo stabilimento di Gaglianico, nel Biellese, 18mila metri quadri che riaprono grazie al più grande investimento in sostenibilità della storia del Gruppo. (la voce d'italia)

– Coca-Cola HBC Italia riapre il sito di Gaglianico, nel Biellese, annunciando il più importante investimento in sostenibilità nella storia del Gruppo: 30 milioni di euro per convertire lo stabilimento in un innovativo impianto capace di trasformare fino a 30 mila tonnellate di Pet all’anno in nuove bottiglie in 100% Pet riciclato (rPET) destinate all’imbottigliamento delle bevande dell’azienda. (Telecity News 24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr