Covid, in Italia nel 2020 sparite 4mila imprese guidate da donne

Sky Tg24 ECONOMIA

A fine 2020 si registra un calo dello 0,29% delle imprese guidate da donne, per un totale di 4mila attività in meno rispetto al 2019.

Secondo Confesercenti, la pandemia di coronavirus ha fatto registrare un calo dello 0,29% delle attività guidate da imprenditrici.

Positivi i dati del Mezzogiorno: quasi 1.300 le imprese in più, pari al +0,26%. La pandemia di coronavirus ha rallentato la corsa dell'imprenditoria femminile. (Sky Tg24 )

La notizia riportata su altri giornali

A fine 2020 le imprese rosa attive, secondo i dati elaborati dalla Camera di Commercio di Venezia Rovigo, sono 19.377, in diminuzione dello 0,9% rispetto all’anno precedente con un andamento leggermente peggiore rispetto a quello delle sedi d’impresa totali (-0,7%). (VeneziaToday)

Proprio le donne hanno pagato il prezzo più alto della pandemia: lo si vede anche sul fronte occupazionale, dove il 70% dei posti di lavoro persi lo scorso anno (secondo Confesercenti) apparteneva a donne. (Leggo.it)

I progetti imprenditoriali premiati spaziano da settori strategici come la moda, il turismo e l’agroalimentare, ad ambiti in forte espansione come il commercio online e il coworking. Nella città delle oltre 102 mila imprese femminili, arriva nel giorno della Donna per le aspiranti manager il bando «Idea Innovativa» dalla Camera di Commercio ed un premio per dieci di queste aziende (più due menzioni speciali). (Corriere della Sera)

. 🔊 Ascolta l'audio. Otto marzo di premiazioni on line per le sette imprenditrici riminesi scelte dal comune per il loro impegno in diversi ambiti professionali. Lo smart working, ad esempio, per molte professioni può essere una modalità per conciliare vita e lavoro” (News Rimini)

In tutto, nella capitale se ne contano 102.589, mentre nel Lazio sono più di 145mila. «Fra il 2015 e il 2019 – spiega Lorenzo Tagliavanti, Presidente della Camera di Commercio di Roma – le imprese femminili a Roma hanno conosciuto una crescita molto importante, con un aumento di oltre 7300 imprese registrate e un aumento del tasso di femminilizzazione dal 20,2 al 20,6». (Il Messaggero)

È brava: trova subito lavoro in una grande azienda del nostro Paese e per dieci anni sembra destinata a una promettente carriera. Laureata in Turchia, si trasferisce nel 2007 per frequentare un master al Politecnico di Milano. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr