Fmi: stima 1.000 mld $ in entrate fiscali aggiuntive entro 2025 per economie avanzate

Fmi: stima 1.000 mld $ in entrate fiscali aggiuntive entro 2025 per economie avanzate
Borsa Italiana ECONOMIA

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi

Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

(Borsa Italiana)

Su altre testate

Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute. Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno. (Borsa Italiana)

Nel contempo, il Fondo rammenta che un mantenimento prolungato di tali misure di sostegno potrebbero ostacolare adeguamenti strutturali necessari. econdo il Fondo monetario internazionale (FMI) finora la Svizzera ha affrontato bene la pandemia di Covid-19. (Ticinonline)

Ma si prevede che l’economia britannica tornerà al suo livello di attività pre-pandemico solo alla fine del 2022. Le vaccinazioni, scrive, probabilmente alimenteranno i recuperi in molti paesi nel 2021 (Voce Nuova Tv)

PIL, BALZO 'CINESE' DEGLI USA/ E l'Europa resta impantanata nel Recovery fund

Si tratta delle prime stime del Fmi sull’Italia dopo l’arrivo del governo Draghi e il dato di quest’anno è di 1,2 punti superiore alle previsioni aggiornate lo scorso 26 gennaio. Le economie forti cureranno in fretta le ferite Covid. (Zazoom Blog)

’ IN OTTICA QFS. Advertising. GiancarloGiral5 : RT @ilgiornale: La proposta dell'Fmi: diminuire le disuguaglianza, fra le tasse proposte anche quella sulla casa. (Zazoom Blog)

Indubbiamente è meglio che crescano perché gli Stati Uniti rappresentano un importante mercato di sbocco per l’export europeo. Un risultato cui contribuiscono in particolare gli Stati Uniti, il cui Pil dovrebbe salire del 6,4% nel 2020, ben l’1,3% in più di quanto stimato tre mesi fa. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr