Lavoro, scatta l’esonero contributivo per autonomi e professionisti

Sky Tg24 INTERNO

IPA/Fotogramma. Critica sulle tempistiche Confcommercio: "Il decreto interministeriale pubblicato oggi - dopo oltre due mesi di attesa - reca la data del 31 luglio come termine per la presentazione dell'istanza di riconoscimento del beneficio, a pena di decadenza dallo stesso" ed "è di tutta evidenza che tale termine non consentirebbe ai soggetti interessati di accedere ad un diritto riconosciuto loro dall'ultima legge di bilancio, tanto più alla luce del fatto che ad oggi l'Inps non ha ancora reso disponibile lo schema di domanda richiamato dal decreto in questione"

(Sky Tg24 )

Su altri giornali

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione. Attiva. * È possibile attivare la promozione una sola volta (Il Sole 24 ORE)

Criteri di concessione e domanda. I criteri per la concessione del beneficio sono differenti per gli iscritti alle gestioni previdenziali dell’INPS dei lavoratori autonomi e professionisti (cfr. ), professionisti iscritti alle casse privatizzate dei liberi professionisti (cfr. (Ipsoa)

L’esonero interessa anche chi non è al momento in regola con i contributi dato che la regolarità contributiva sarà verificata d’ufficio dagli enti preposti dal 1° novembre 2021. L’esonero contributivo è ufficialmente entrato in vigore: è stato pubblicato sul sito del ministero del Lavoro il decreto interministeriale che disciplina la misura da 2,5 miliardi di euro. (Corriere della Sera)

Tasse Scatta l'esonero contributivo per autonomi e professionisti Pubblicato su sito del ministero del Lavoro, risorse per 2,5 miliardi. Condividi. L'esonero contributivo per i lavoratori autonomi iscritti all'Inps ed i professionisti associati alle Casse private entra in vigore: è stato, infatti, pubblicato sul sito del ministero del Lavoro il decreto interministeriale che disciplina la misura da 2,5 miliardi. (Rai News)

«Anno bianco» dei contributi da oggi ai nastri di partenza: con la pubblicazione sul sito del dicastero del Lavoro del decreto interministeriale che disciplina la misura, scatta, dunque, la possibilità per i lavoratori autonomi iscritti all’Inps e per i professionisti associati alle Casse di previdenza private, danneggiati dalla pandemia di Covid-19, di usufruire di uno «sconto» sui versamenti. (La Sicilia)

Mercoledì 28 Luglio 2021, 16:36. Per accedervi occorre avere un reddito 2019 fino a 50.000 euro e un calo del fatturato annuo 2020 almeno del 33% (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr