Cresce l’adozione delle criptovalute: 106 milioni di utenti

Cryptonomist ECONOMIA

A luglio infatti l’analisi di Crypto.com stima 74 milioni di utenti crypto, che crescono a 88 milioni ad agosto.

A marzo 2020 infatti si contavano 66 milioni di persone che aveva criptovalute, mentre 10 mesi dopo sono ben 106 milioni.

Ascolta qui download. L’adozione delle criptovalute è cresciuta enormemente, e a gennaio 2021 si contano ben 106 milioni di utenti.

La popolazione rimane stabile fino a dicembre 2020 (92 milioni di utenti), e poi cresce di nuovo fino a 106 milioni a gennaio 2021

Il percorso verso l’adozione di massa delle criptovalute. (Cryptonomist)

Ne parlano anche altri media

Quindi la volatilità del Bitcoin è circa 10 volte quella del dollaro, ed è ancora doppia rispetto al bolivar venezuelano." Tuttavia, a suo parere la criptovaluta non ha ancora dimostrato di essere una riserva di valore affidabile: (Cointelegraph Italia)

La fascia d'età con più investitori crypto (36,3%) è quella compresa fra i 25 e i 34 anni, seguita dalla fascia 35-44 (30,1%). Gli investitori crypto australiani favoriscono pesantemente Bitcoin ed Ethereum: l'83,2% detiene Bitcoin, mentre il 42% Ethereum. (Cointelegraph Italia)

Mentre il Bitcoin annaspa, Binance Coin si prende la scena: nell’ultimo mese la criptovaluta ideata da Chanpeng Zhao ha registrato un rialzo del 451%, passando da una quotazione di 41,7 dollari a quella odierna di 230 dollari. (Money.it)

Cripto giù: ma Cardano viaggia da sola a +20%. Da Bitcoin a Ethereum, passando anche per progetti meno capitalizzati come Litecoin, tutte i principali token chiudono una settimana di trattative con perdite in doppia cifra. (Criptovaluta.it)

Come funziona la data di scadenza dei future su Bitcoin. Inoltre esistono sia future su bitcoin che alla scadenza vengono regolati in BTC, sia altri che vengono regolati in dollari. (Cryptonomist)

Crediamo che l’adozione della blockchain mainstream sarà guidata dall’industria che fornisce un’ampia compatibilità, abbattendo le barriere tra le singole blockchain e i loro linguaggi di programmazione nativi, permettendo a una vasta gamma di sviluppatori di salire a bordo. (Cryptonomist)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr