Fca all’incasso: il rischio calcolato per John Elkann è molto diverso dal nostro

Il Fatto Quotidiano Il Fatto Quotidiano (Economia)

Bei soldi, molto meglio che incentivi pubblici alla rottamazione, pochi spiccioli e per tutti.

La politica è però il cuore del rischio calcolato di Elkann.

di Carblogger. Il rischio calcolato nella fase 2 di John Elkann, presidente di Fiat Chrysler, vale per lui quasi come una prima passeggiata al mare per noi.

Ne parlano anche altri media

Di qui la necessità diIl numero uno del Gruppo ha confermato ", aggiungendo"siamo determinati a sostenerne lo sviluppo". Parlando della, si è mostratoed ha sottolineato "di innovazione in questo settore, dovuto alla tripla rivoluzione dell'auto connessa, pulita e autonoma". (Il Messaggero)

Nonostante la presa di posizione dell’imprenditore, le azioni FCA hanno continuato a scambiare con un rosso di oltre il singolo punto percentuale poco sopra i 7 euro. Alle azioni FCA però non è importato e il titolo ha continuato a scambiare in ribasso nella penultima seduta della settimana. (Money.it)

Nel matrimonio tra Fca-Psa c’è un terzo incomodo: il salvataggio di Renault. John Elkann tira dritto per la sua strada. La ragione strategica di questa combinazione delle due società e dei loro dipendenti è. (Il Cirotano)

I lavori per il progetto di fusione 50/50 tra Fca e Psa stanno proseguendo secondo i piani e nei tempi previsti. Il presidente di Exor e Fca ha assicurato che avverrà al più tardi nel primo trimestre del 2021. (La Stampa)

I nostri valori coraggio e responsabilità non sono state mai così importanti come oggi, mentre continuiamo a costruire grandi imprese». L'emergenza COVID-19, dunque, non frena la fusione, né tantomeno farà venire meno il maxi-dividendo da 5,5 miliardi di euro previsto dall'accordo con la società francese. (Automoto.it)

La crisi sanitaria ed economica portata dall’emergenza coronavirus non ha messo in discussione il progetto di fusione tra FCA e PSA. Questo nonostante negli accordi tra le parti fosse stato previsto un dividendo ordinario di 1,1 miliardi di euro ai rispettivi azionisti. (Motor1 Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr