Legale autrice video Renzi-Mancini, nessun rapporto con 007

Sky Tg24 INTERNO

"Va decisamente escluso, senza timore di smentita, che qualcuno possa aver opposto il segreto di Stato sul rapporto fra la mia assistita e i servizi di informazione e sicurezza giacché tale asserito collegamento, ipotizzato esclusivamente dal senatore Renzi, era ed è del tutto inesistente". Questo è quanto afferma in una nota l'avvocato Giulio Vasaturo, legale della donna che il 23 dicembre del 2020 ha registrato il video in cui sono immortalati il senatore Matteo Renzi e il dirigente, all'epoca, del Dis, Marco Mancini (Sky Tg24 )

Su altri giornali

Pubblicità Secondo l'accusa “al fine di arrecare danno all'immagine e alla reputazione del senatore Matteo Renzi, diffondeva, mediante email, le riprese video e le fotografie carpite fraudolentemente ad insaputa degli interessati, inerenti all'incontro privato tra Renzi e Marco Mancini, svolti in sua presenza presso l'area di servizio di Fiano Romano, inoltrando alla casella di posta elettronica di Report e alla trasmissione tv”. (La Sicilia)

Il giallo della foto che ritraeva l’ex premier in autogrill con Marco Mancini, allora dirigente dell’Aisi, non è ancora stato risolto: anzi, Elisabetta Belloni, numero uno dei servizi, avrebbe posto il segreto di Stato sulla questione. (Liberoquotidiano.it)

Italia Uno gira a Scicli una trasmissione televisiva di promozione della Sicilia. A dare notizia della presenza Mediaset a Scicli il sindaco Mario Marino (Quotidiano di Ragusa)

I fatti risalgono al 23 dicembre 2020 e ora, a distanza di circa due anni, arriva un svolta nell'ambito della tanto discussa vicenda relativa all'incontro tra Matteo Renzi e Marco Mancini (l'allora dirigente dell'Aisi). (ilGiornale.it)

Secondo la sua versione, riportata dal Corriere della Sera, la donna non avrebbe né pedinato né spiato l'ex premier, ma avrebbe filmato solo per diritto di cronaca. Anche perché quello era un momento piuttosto caldo della politica italiana, di lì a poco sarebbe scoppiata la crisi del Conte II. (Liberoquotidiano.it)

Contestato il reato di diffusione di riprese e registrazioni fraudolente. Avviso di conclusione indagini e rischio processo per la donna che, presso l’autogrill di Fiano Romano il 23 dicembre del 2020, riprese con lo smartphone l’incontro tra il leader di Italia Viva e l’allora dirigente dell’Aisi, Marco Mancini (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr