CRONACA - Arrestato a Parigi il brigatista molisano Di Marzio

CRONACA - Arrestato a Parigi il brigatista molisano Di Marzio
Molise Network INTERNO

La polizia di Parigi ha arrestato stamattina anche Maurizio Di Marzio, condannato per il reato di partecipazione a banda armata e per aver tentato di rapire due poliziotti.

Già una volta, nel 1994, Maurizio Di Marzio era stato arrestato su richiesta dell’Italia

Di Marzio era stato condannato per i reati di banda armata, associazione sovversiva, sequestro di persona e rapina.

La svolta c’è stata questa mattina, quando le autorità francesi lo hanno finalmente rintracciato e tratto in arresto a Parigi. (Molise Network)

Ne parlano anche altre fonti

Resterà sotto controllo giudiziario Parigi, scarcerato ex brigatista italiano Maurizio Di Marzio. Avrà l'obbligo di firma È stato rimesso in libertà l'ex Br Maurizio Di Marzio, l'ultimo ex terrorista, per cui l'Italia chiede l'estradizione. (Rai News)

Simone guardò prima attraverso lo spioncino poi aprì, ma in pugno aveva la sua 38 special perché non si fidava. La polizia francese ha arrestato questa mattina a Parigi - secondo fonti di via Arenula - anche l’ultimo ex terrorista per cui l 'Italia chiede l’estradizione, Maurizio Di Marzio, sfuggito all’operazione di fine aprile. (Giornale di Sicilia)

L'ex membro delle Br, 61 anni, è stato rimesso in libertà sotto controllo giudiziario, che implica il divieto di uscire dal territorio francese, con ritiro del passaporto e l'obbligo di firma in commissariato a Parigi (la Repubblica)

Maurizio Di Marzio è libero. Obbligo di firma a Parigi per l'ex terrorista

'ex terrorista Maurizio Di Marzio è stato scarcerato dopo essere stato fermato lunedì a Parigi a seguito della richiesta di estradizione presentata dall'Italia. Maurizio Di Marzio era sfuggito all'operazione di fine aprile "Ombre rosse" della Polizia italiana d'intesa con la polizia francese che portò all'arresto di sette ex terroristi rossi. (AGI - Agenzia Italia)

Latitante da mesi, era sfuggito all’operazione di fine aprile, quando su richiesta dell’Italia la Francia aveva fermato sette ex militanti. Il suo nome è legato a due episodi: l'attentato nel 1981 al dirigente dell'ufficio provinciale del collocamento di Roma, Enzo Retrosi. (Corriere TV)

Di Marzio, fermato dalla gendarmi ieri mattina a seguito della richiesta di estradizione inoltrata dall'Italia, ora ha l'obbligo di firma ogni 15 giorni. Di Marzio a Parigi si era insediato all'inizio degli anni '90, e la polizia francese lo conosceva. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr