Droga dal sud America: banda di narcos arrestata. Quindici misure cautelari

Droga dal sud America: banda di narcos arrestata. Quindici misure cautelari
Più informazioni:
NapoliToday INTERNO

Nel corso delle attività di indagine sono stati sequestrati oltre 44 chili di cocaina e 215 di hashish

Lo stupefacente, importato nel territorio partenopeo, veniva successivamente distribuito all'ingrosso a trafficanti che operavano nel Rione Traiano, a Secondigliano e nei Quartieri Spagnoli di Napoli.

Nel giugno del 2017 vennero sequestrati 25 chili di cocaina nascosti in un carico di caffè importato dal Brasile e arrivato nel Porto di Napoli all'interno di un container. (NapoliToday)

Su altri giornali

Nel corso delle attività di indagine sono stati sequestrati oltre 44 chili di cocaina e 215 chili di hashish. Sono state individuate le diverse modalità, particolarmente articolate, di importazione della droga utilizzate dall’organizzazione criminale per introdurre illecitamente la cocaina nel territorio dello Stato. (L'Occhio di Napoli)

Nel corso delle attività di indagine sequestrati oltre 44 Kg di cocaina e 215 Kg di hashish COCAINA NASCOSTA NEL CAFFE’. Il provvedimento restrittivo adottato dopo una complessa attività di indagine avviata nel giugno del 2017 a seguito del sequestro di 25 kg di cocaina. (Internapoli)

Si tratta di un gruppo di narcotrafficanti che, al momento, non risulterebbero legati ad organizzazioni camorristiche. (Cronache della Campania)

Valanga di coca per Napoli, azzerata la holding dei vicoli

Nell'ultimo caso, smascherato a Napoli, è stato scelto un grande classico: la droga nascosta nel caffè. Altri invece sono stati fermati mentre trasportavano la coca, sotto forma di panetti, all’interno di bagagli e valigie muniti di appositi nascondigli. (il Giornale)

Le indagini hanno consentito di individuare le diverse modalità, particolarmente articolate, di importazione della sostanza stupefacente utilizzate dall’organizzazione criminale per introdurre illecitamente la cocaina nel territorio dello Stato. (Cronache della Campania)

Si era messo in testa di “pittare Napoli di bianco” e la droga arrivava persino negli indumenti intimi, in strisce di tessuto inserite nelle coppe dei reggiseni (ROMA on line)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr