Musumeci proroga 4 zone rosse, la Regione: per le scuole vale il decreto nazionale

Musumeci proroga 4 zone rosse, la Regione: per le scuole vale il decreto nazionale
Giornale di Sicilia INTERNO

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, con propria ordinanza ha prorogato le fino al 14 aprile compreso le misure per la “zona rossa” nei Comuni di Caltanissetta, Caltavuturo in provincia di Palermo, Palma di Montechiaro nell'Agrigentino e Scicli, in provincia di Ragusa.

Si attendono, dunque, ulteriori chiarimenti sull'attività didattica a Caltanissetta che, fino a prova contraria, dovrebbe svolgersi in Dad

In applicazione delle recenti disposizioni nazionali, in tutti i Comuni dell’Isola già dichiarati “zona rossa” le attività scolastiche si svolgeranno in presenza fino alla prima media compresa, mentre le altre attività saranno esclusivamente in Dad. (Giornale di Sicilia)

Se ne è parlato anche su altri giornali

In applicazione delle recenti disposizioni nazionali, in tutti i Comuni dell’Isola già dichiarati «zona rossa» le attività scolastiche si svolgeranno in presenza fino alla prima media compresa, mentre le altre attività saranno esclusivamente in Dad, dice la Regione. (La Sicilia)

Deceduto 1 paziente di Caltanissetta positivo al SARS CoV-2. Guariti: 11 pazienti di Caltanissetta, 5 di Mazzarino, 3 di Gela, 2 di Niscemi, 2 di Santa Caterina Villarmosa e 1 di Riesi (il Fatto Nisseno)

Per quanto riguarda le scuole, l’ordinanza del Presidente Musumeci prescrive che saranno aperti gli asili nido e saranno in didattica in presenza la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e le prime classi della scuola media. (RagusaNews)

Sospensione didattica in presenza. L'ordinanza di Musumeci rischia di rendere inefficace quella del sindaco

La proroga e’ fino al 14 aprile. Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, con propria ordinanza, ha prorogato le misure per la “zona rossa” nei comuni di: Caltanissetta, Caltavuturo in provincia di Palermo, Palma di Montechiaro nell’Agrigentino e Scicli, in provincia di Ragusa (Grandangolo Agrigento)

Oltre i silenzi-assensi, va fatta un’azione forte innanzi al governo nazionale, vanno immediatamente stanziate, sia pure attraverso una variazione di bilancio, risorse ingenti e immediate nei confronti di tutte quelle attività che stanno chiudendo nelle varie zone rosse della Sicilia. (Live Sicilia)

In termini amministrativi c’è il rischio che l’ordinanza sindacale del 5 aprile sia inefficace poiché superata dalla nuova ordinanza regionale. Nell’atto emanato questo pomeriggio Musumeci richiama l’articolo 2 del Decreto Legge Draghi che dispone anche nelle zone rosse la frequenza in presenza fino al primo anno delle scuole medie. (Radio CL1)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr