I vaccini promessi non arrivano San Marino compra lo Sputnik

I vaccini promessi non arrivano San Marino compra lo Sputnik
Più informazioni:
QUOTIDIANO.NET INTERNO

San Marino è il 30° Paese al mondo ad aver approvato e acquistato il vaccino russo Sputnik.

Da qui la decisione del governo di San Marino di guardarsi attorno

Le prime dosi nella piccola Repubblica arriveranno già nelle prossime ore e dovrebbero essere oltre 7.000.

San Marino non ha ricevuto nemmeno una delle 50.000 dosi previste dall’accordo firmato con l’Italia a inizio gennaio.

(QUOTIDIANO.NET)

La notizia riportata su altri giornali

Un “passaggio importante per la Repubblica di San Marino” - ha dichiarato Luca Beccari – che "dimostra ancora una volta l'importanza della sinergia fra Stati”. Sul sito del fondo sovrano russo, proprio oggi, si sottolinea come San Marino sia il 30esimo Paese al Mondo ad approvare – questo il termine utilizzato - lo Sputnik. (San Marino Rtv)

I russi si sono inventati di sana pianta un ospedale dove sarebbe stato ricoverato per un attacco di appendicite. Poi però è emerso che l’ospedale era stato demolito l’anno prima e i medici citati con nome e cognome non esistevano proprio. (Corriere della Sera)

L'intesa raggiunta con il fondo sovrano russo, è stato sottolineato, è arrivato grazie alle solide "relazioni internazionali tra San Marino e la Federazione Russa, con l'obiettivo da parte del Governo di raggiungere l'auspicata immunità della popolazione sanmarinese". (Sky Tg24 )

Il Ghana è il 31° Paese a registrare il vaccino russo Sputnik V

Il piano B è ufficialmente partito con l’approvazione interna del siero anti Covid russo e finalmente con la partenza della campagna vaccinale per i prossimi giorni San Marino ha scelto lo Sputnik V. L’autorizzazione da parte del governo per l’uso del vaccino anti Covid russo all’interno del proprio territorio, consentirà alla Repubblica di ricevere già nei prossimi giorni le sue prime dosi. (Open)

La tecnica adottata dallo Sputnik V, come spiegato nel dettaglio su IlGiornale. L’idea consiste nell’utilizzare entrambe le strutture per alimentare il flusso di dosi Pfizer e Moderna; attenzione però allo Sputnik V, che potrebbe essere aggiunto alla lista dei sieri prodotti in Italia (InsideOver)

Il Ghana è diventato il 31° paese al mondo e il 5° stato in Africa a registrare lo Sputnik V", si legge nel comunicato dell'RDIF. Ne ha dato l'annuncio il Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF), precisando che le prime forniture potrebbero arrivare a partire dal mese di maggio. (Sputnik Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr