Bitcoin sarà la valuta per il commercio internazionale?

Tom's Hardware Italia ECONOMIA

Ricordiamo che, recentemente, Bitcoin ha avuto una grande riconoscimento a livello internazionale dopo che Elon Musk ha annunciato che Tesla, la nota compagnia produttrice di veicoli elettrici ad alto livello tecnologico, accetterà pagamenti in Bitcoin e l’azienda stessa ha acquistato ben 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin.

Questo segnale decisamente positivo per la valuta potrebbe portare altre compagnie a fare lo stesso e, di conseguenza, la criptovaluta potrebbe acquisire un grande valore all’interno dei mercati mondiali, tradizionalmente legato a valute più “tangibili”. (Tom's Hardware Italia)

Se ne è parlato anche su altri giornali

PayPal ha acquistato Curv, storage di criptovalute, per 500 milioni di dollari. Una notizia che ha lasciato di stucco gli analisti – non solo per la bold move di PayPal – ma per la cifra enorme che è stata messa sul tavolo. (Criptovaluta.it)

Ha inoltre discusso della valutazione pre-IPO di Coinbase, pari a 107 miliardi di dollari: questa cifra corrisponde a circa il 7% del valore dell’intero mercato crypto, che attualmente si attesta intorno ai 1.500 miliardi di dollari. (Cointelegraph Italia)

Max Keiser: Bitcoin sostituirà anche USD. Keiser afferma:. “Una volta che supera l’oro, rimane solo il dollaro, e Bitcoin è il predatore alpha. Ascolta qui download. (Cryptonomist)

Se per avere un’unità Eos servono tre dollari e rotti, per aver un solo Reef bastano appena 0,03 centesimi di dollaro. Secondo le stime degli analisti, infatti, Reef coin viaggerebbe verso un rally 50x (alcuni dicono addirittura 100x), che farebbe schizzare in alto la quotazione e il valore di questa criptovaluta. (ilGiornale.it)

Non solo. “il bitcoin è diventato attraente per gli investitori istituzionali. Bitcoin, bruciati 10 mila dollari in una settimana. Dopo aver superato i 58.000 dollari, il bitcoin ha perso oltre 10.000 dollari in una settimana, sotto i colpi di numerose critiche sollevate da esponenti politici e non solo. (Wall Street Italia)

Il mining di bitcoin consuma circa 128,84 terrawatt-ora all’anno di energia – più di interi paesi come l’Ucraina e l’Argentina, secondo il Cambridge Bitcoin Electricity Consumption Index, un progetto dell’Università di Cambridge. (Finanzaonline.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr