"In Toscana focolai da gestire con misure mirate"

In Toscana focolai da gestire con misure mirate
LA NAZIONE INTERNO

Firenze, 23 febbraio 2021 - «Le preoccupazioni della zona rossa non sembrano così forti come apparivano qualche giorno fa però noi vogliamo prevenire e per farlo ci sono chiaramente dei focolai in Toscana» da gestire con provvedimenti mirati, «soprattutto dove ci sono queste varianti che sono preoccupanti per la rapidità di trasmissione del contagio».

Stamattina parlavo con il sindaco di Cecina (Livorno) dove si prepara una cosa del genere». (LA NAZIONE)

Su altri media

“Siamo arrivati in ritardo – spiega Giani – i vaccini oggi presenti sul mercato sono quelli americani, quello russo anche se non autorizzato in Italia. Io sono convinto che di vaccini noi ne avremo bisogno almeno per tre anni“. (RadioSienaTv)

Non possiamo permettere che i territori entrino in competizione tra loro per assicurarsi la vaccinazione prima di altri”. La diffusione del virus segue traiettorie non del tutto prevedibili e non sempre arginabili, nonostante il massimo impegno che mettiamo in questo. (L'Etruria)

Ecco perché sono dell’avviso che dovremmo essere noi a produrli, in Toscana come in altre regioni italiane, dove abbiamo le migliori strutture e professionalità per poterlo fare. “Ritengo invece – sottolinea Giani – che occorra accelerare il più possibile sulla vaccinazione di tutta la popolazione nel più breve tempo possibile per arrivare quanto prima all’immunità di gregge. (La Gazzetta di Pistoia)

Covid Toscana, Giani: "Preoccupato dalla crescita dei contagi, ma non allarmiamoci"

Potrebbe interessarti anche: AstraZeneca taglia le forniture, Bezzini: ''Così non va, noi pronti ad accelerare ma servono i vaccini''. Torna alla home page di Valdelsa.net per leggere altre notizie. Pubblicato il 25 febbraio 2021 È necessario, secondo Giani, cominciare a produrre il vaccino in Toscana, come già succede in altre regioni. (Valdelsa.net)

**Covid: Giani, 'In Toscana 1254 nuovi casi, tasso positivi 5,45%'** (Di venerdì 26 febbraio 2021) Firenze, 26 feb. Lo annuncia su Facebook il presidente della Toscana, Eugenio Giani, anticipando il dato del bollettino regionale sull'andamento dell'epidemia di coronavirus. (Zazoom Blog)

Prato, 25 febbraio 2021 - «Sì, sono preoccupato perché indubbiamente ieri avevamo un dato che sembrava stabilizzare, invece è un graduale aumento. Mazzeo: "In Toscana momento critico". "Oggi purtroppo i numeri ci consegnano una realtà che non registravamo dal 21 novembre: 1.374 nuovi casi su 12.584 prime diagnosi (10,9% il tasso di positività). (La Nazione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr