Green pass: anche nella Granda tutti in attesa di capire come funzionerà nei ristoranti

La Stampa ECONOMIA

In attesa di capire come funzionerà il lasciapassare per il tavolo.

E soprattutto dovremo chiarire a tutti la differenza di obbligo tra hotel e ristoranti»

Sono tremila le strutture in provincia di Cuneo, dagli hotel ai ristoranti, appese all’ultimo decreto.

C’è, però, un dato che sta emergendo dal decreto del Governo: il green pass non sarà obbligatorio per il solo soggiorno in alberghi e strutture ricettive. (La Stampa)

Se ne è parlato anche su altre testate

“Si tratta di una decisione coraggiosa che ha l’obiettivo di garantire la massima sicurezza ai nostri ospiti e al nostro staff – spiega il general manager della struttura, Gianluca Patruno -. Siamo quindi fiduciosi che la nostra clientela saprà apprezzare quest’iniziativa e auspichiamo che altri alberghi italiani vogliano seguire il nostro esempio. (Travel Quotidiano)

Su questo credo che una riflessione possa essere aperta, con la consapevolezza che parliamo di clienti delle strutture ricettive per le quali per il soggiorno non è previsto il Green Pass Tra l'altro, nel nostro paese, già quando c'erano le zone arancio si permetteva la ristorazione all'interno del locali presenti nelle strutture ricettive. (Punto Informatico)

Gira in queste ore la notizia del Tocq Hotel di Milano che dal 1° settembre chiederà ai propri ospiti di esibire il Green Pass per poter accedere all’albergo. (Qualitytravel.it)

E conclude “Siamo quindi fiduciosi che la nostra clientela saprà apprezzare quest’iniziativa ed auspichiamo che altri alberghi italiani vogliano seguire il nostro esempio. Green Pass non solo all’hotel Tocq: dov’è obbligatorio? (Milano Notizie.it)

"Si tratta di una decisione coraggiosa che ha l'obiettivo di garantire la massima sicurezza ai nostri ospiti e al nostro staff. Siamo consapevoli che, nel breve, potrebbe avere un impatto negativo sul numero delle prenotazioni ma siamo certi che solo una maggiore sicurezza possa agevolare la ripartenza dei viaggi d'affari e per turismo nel nostro Paese. (idealista.it/news)

Alessandro Nucara (Federalberghi): «Attendiamo un chiarimento dal ministero del Turismo». «La nostra interpretazione è che gli ospiti degli alberghi possano utilizzare i servizi di ristorazione senza obbligo di green pass. (Italia a Tavola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr