Tour de France, Cannibale Pogacar: secondo trionfo tra ammirazione e dubbi

Tour de France, Cannibale Pogacar: secondo trionfo tra ammirazione e dubbi
Per saperne di più:
Corriere della Sera SPORT

Fenomeno dei cui «numeri» si sa poco, certo, visto che la sua Emirates rifiuta di farli visionare agli scettici.

Oltre ai numeri, impressionano la maturità e la naturalezza nel gestire compagni, avversari, crisi e sospetti.

di Marco Bonarrigo. Secondo trionfo in giallo a 22 anni: «Sono felice.

Se i sospetti resteranno tali, il ciclismo vivrà anni di sfide tra fenomeni capaci di entusiasmare e trascinare come poche volte prima nella sua storia

Capisco i sospetti, se vinci è normale, ma il mio passato è pulito e sano». (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Quella di Wout Van Aert, che con la volata su Philipsen e Cavendish vince la sua terza tappa dell'edizione, la seconda consecutiva. Van Aert e O' Connor, gli unici ad essergli stati entro i 2', sono evaporati già prima della salita sui Pirenei. (San Marino Rtv)

Le prime indicazioni sul percorso delle Olimpiadi sono arrivate invece da Remco Evenepoel che, come Van Aert, sarà impegnato sia nella prova su strada che a cronometro. Se questo non dovesse accadere, la corsa sarà aperta a tanti favoriti e a quel punto il numero uno potrebbe essere Pogacar» (TUTTOBICIWEB.it)

Con la sua aria da bravo figliolo, nell’amato clima familiare, Pogacar quasi contrasta con la pomposità della serata finale sui Campi Elisi di Angelo Costa Nessuno aveva mai vinto due Tour alla tenera età di ventidue anni: spiega abbastanza della dimensione di Taddeo Pogacar. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Ma cosa volevate di più da questo Tour?

Belgio, Slovenia e Isola di Man hanno dominato questo Tour de France 2021, tanto da aggiudicarsi ben 14 delle 21 tappe della Grande Boucle. Con lui troviamo anche Matej Mohoric, che sul gradino più alto del podio è salito due volte. (TUTTOBICIWEB.it)

VIDEO VITTORIA WOUT VAN AERT ULTIMA TAPPA TOUR DE FRANCE 2021. Foto: Lapresse Tadej Pogacar ha ufficialmente vinto il Tour de France, con oltre cinque minuti di vantaggio sul danese Jonas Vingegaard e l’ecuadoriano Richard Carapaz. (OA Sport)

Ma anche solo dal punto di vista della storia e delle storie, è stato un Tour eccellente perché sin dall’inizio ha proposto personaggi, vicende, risvolti non banali. È stato un Tour de France eccellente, rispondiamo noi. (Cicloweb.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr