"Non lasciare mai nessuno indietro: per Luca Attanasio non c'era altro modo per essere ambasciatori"

Non lasciare mai nessuno indietro: per Luca Attanasio non c'era altro modo per essere ambasciatori
Più informazioni:
La Repubblica ESTERI

Ma l’ultimo messaggio su whazap mi pietrificò: “Questo sarà un anno difficilissimo per il Congo, incrociamo le dite e preghiamo”

Non c'è una foto in cui Luca Attanasio, l’ambasciatore barbaramente assassinato in Congo, non sorrida.

Alla cerimonia arrivò con qualche minuto di anticipo, mi aspettò dinanzi alla chiesa con la moglie Zakia.

“Essere ambasciatore – raccontò quella sera – significa non lasciare indietro nessuno. (La Repubblica)

Ne parlano anche altri media

L’ambasciatore Attanasio, 43 anni, brianzolo di Limbiate, moglie e tre bambine, è colpito all’addome e perde molto sangue. L’ambasciatore Attanasio, Rocco Leone e il carabiniere Iacovacci vengono fatti scendere: sono loro l’obbiettivo, i bianchi. (Corriere della Sera)

Ad attenderli, il presidente del Consiglio Mario Draghi, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e il ministro della Difesa Lorenzo Guerini (Corriere del Ticino)

Limbiate, venerdì al centro sportivo l'addio all'ambasciatore morto in Congo

I funerali di Stato sono in programma domani mattina, giovedì 25 febbraio, con inizio alle 9,45 nella chiesa di Santa Maria degli Angeli a Roma. Oggi sono in programma al Policlinico Gemelli di Roma le autopsie sui corpi di Attanasio e Iacovacci, disposte dalla Procura di Roma che sta indagando sull’attentato. (Il Notiziario)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr