La cultura a rischio fallimento

Notizie - MSN Italia ECONOMIA

Fornito da Corriere della Sera. Tutto quello che non pensiamo sia cultura è cultura.

Ecco, se il risarcimento è «ItsArt» significa che cultura è tutto ciò che non si può programmare

Come testimonia «ItsArt», «la Netflix italiana della cultura», secondo la definizione del suo promotore, il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini.

Tempo fa, Franceschini aveva accusato la tv, pubblica e privata, di aver fatto danni alla cultura, tali da richiedere un risarcimento. (Notizie - MSN Italia)

La notizia riportata su altre testate

Di fatto ha dimezzato la sua liquidità, visto che l’impresa era decollata con circa 15 milioni di euro effettivi. Tutto quello che non pensiamo sia cultura è cultura. (Corriere della Sera)

Tutto quello che pensiamo sia cultura è a rischio fallimento, in certi casi a fallimento totale. Tempo fa, Franceschini aveva accusato la tv, pubblica e privata, di aver fatto danni alla cultura, tali da richiedere un risarcimento. (Notizie - MSN Italia)

Sappiamo come sarebbe finita in un'azienda privata e anche come vanno le cose nello statale e parastatale Luca Beatrice 25 giugno 2022 a. a. a. Alcune persone si autodefiniscono come elaboratori di idee sempre brillanti. (Liberoquotidiano.it)

Senza contare che molti contenuti che su ItsArt si pagano sono disponibili gratis su RaiPlay “Il presidente sottolinea come tale perdita appaia compatibile con la fase di start-up che ha caratterizzato il primo anno di esercizio”, spiega la società. (Wired Italia)

Ultimo aggiornamento il 29 Giugno 2022 – 8:10. (mi-lorenteggio.com) Milano, 29 giugno 2022 – Torna anche quest’anno la rassegna estiva al Castello di Milano e, presente sin dalla prima edizione, il Balletto di Milano non mancherà di portare in scena due importanti serate che vedono impegnato l’intero ensamble. (MI-LORENTEGGIO.COM – LE ULTIME NOTIZIE DI CRONACA, POLITICA, ANNUNCI, SPORT, FOTO E VIDEO DI MILANO E LA LOMBARDIA)

Perché i 245 mila euro di ricavi messi a bilancio si compongono di 140 mila euro di “ricavi diretti al consumatore (B2C) per la distribuzione dei contenuti audiovisivi in streaming”. ITsArt è una piattaforma digitale creata per promuovere lo spettacolo e la cultura made in Italy, e che nel disegno inziale del Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini avrebbe dovuto essere la Neflix della cultura italiana, ma ad oggi sta subendo dei colpi d’arresto, che già Striscia aveva ampiamente anticipato. (Striscia la notizia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr