Protesta "Priorità alla scuola Puglia": Emiliano ritiri immediatamente l'ordinanza"

Protesta Priorità alla scuola Puglia: Emiliano ritiri immediatamente l'ordinanza
StatoQuotidiano.it INTERNO

Per l’ennesima volta in Puglia si richiudono le scuole.

Nessun piano operativo serio è stato reso pubblico affinché si potessero rafforzare i trasporti, i tracciamenti, i tamponi a scuola.

I e le rappresentanti della Regione Puglia ritirino l’ultima ordinanza emanata

Dopo un anno (e non da solo poche settimane) nessun numero ufficiale è stato presentato dalla Regione Puglia sui contagi derivanti dalla scuola. (StatoQuotidiano.it)

La notizia riportata su altre testate

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi sabato 20 febbraio 2021 in Puglia, sono stati registrati 9.880 test per l'infezione da Covid-19 e sono stati registrati 905 casi positivi: 368 in provincia di Bari, 77 in provincia di Brindisi, 78 nella provincia BAT, 118 in provincia di Foggia, 86 in provincia di Lecce, 177 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. (MolfettaViva)

I sindacati, dopo l’accordo sull'ordinanza raggiunto nella tarda serata di ieri con la Regione, hanno revocato lo sciopero indetto per lunedì. Le prime somministrazioni riguarderanno il personale docente e gli altri operatori scolastici per un totale di 819 persone. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Al Perrino, invece, ci sono 12 pazienti in Malattie infettive, 19 in Pneumologia, 10 in Rianimazione. Non calano, invece, i decessi che sono 23: 5 in provincia di Bari, 8 in provincia Bat, 4 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. (BrindisiReport)

Scuole Puglia, Emiliano emette ordinanza: didattica digitale dal 22 febbraio al 5 marzo

Ha così ritirato i figli da scuola ma era già troppo tardi dal momento che, sottoposti anche loro all’esame, sono risultati entrambi positivi. A quanto pare a contagiare i due scolari sarebbe stato uno dei due genitori che a sua volta avrebbe contratto il Covid-19 nell’ambiente lavorativo. (La Voce di Manduria)

Avendo già i vaccini e avendo la possibilità della didattica digitale integrale rischiare la salute – soprattutto di insegnanti e operatori scolastici che per età sono più esposti alle conseguenze del covid – sarebbe irresponsabile. (LecceSette)

Ogni conseguente adempimento, ove necessaria una implementazione tecnologica ai fini della suddetta idonea erogazione e fruizione della didattica digitale integrata, deve avvenire con l’urgenza del caso. (Orizzonte Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr