MotoGP 2021. Il Team Lenovo Ducati si fa in tre per Misano

MotoGP 2021. Il Team Lenovo Ducati si fa in tre per Misano
Moto.it SPORT

È la nostra seconda gara di casa e l’atmosfera è sempre incredibile, con i nostri tifosi presenti sulla Tribuna Ducati.

Vivrò questo fine settimana di gara senza pressioni ma determinato ad aiutare Pecco, Jack e la squadra ad ottenere i migliori risultati possibili”

Misano è una pista che mi piace molto e dove spesso mi alleno con la mia Panigale V4 S.

L’anno scorso è salito sul podio, nonostante i postumi di un infortunio, poi, nel secondo round di Misano Adriatico, è caduto quando si trovava in testa alla gara. (Moto.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Sei vittorie per lui nel 2017, quattro l’anno dopo, due nel 2019 e una nel 2020. E ancora, Bagnaia è il decimo vincitore con la rossa in MotoGP dall’inizio dell’impegno di Borgo Panigale nel 2003. (Moto.it)

Alberto Puig (team principal Honda HRC): “Dobbiamo sottolineare il grande sforzo di Marc Marquez, mentre tutti gli altri piloti Honda hanno faticato molto. Siamo davvero contenti di vederlo nuovamente davanti, sappiamo che è molto veloce ad Aragon, ma anche Bagnaia era molto forte. (FormulaPassion.it)

Perché durante la sua assenza capita quello che non ti aspetti, ovvero che Vinales decida di rinunciare a 6 milioni di ingaggio per regalargli una sella nel team ufficiale. Peccato che qualcosa sia andato storto per Franco Morbidelli, dal momento che questo 2021 conserva tutt’oggi il retrogusto amaro di una stagione ben lontana da quelle che erano le aspettative. (GPOne.com)

MotoGP 2021. Misano, freni sollecitati per 31 secondi al giro

Qui Marc normalmente è in grado di vincere, ma all’interno di una stagione come questa, si tratta di un grande risultato Marc ha fatto una gara fantastica, le ha provate tutte e ha dato tutto quello che aveva sino all’ultima curva. (Virgilio Sport)

Inoltre Misano gli piace molto: si allena spesso con la Panigale e lo scorso anno era in testa nella seconda gara prima di commettere un errore. Il distacco da Quartararo (53 punti) rimane importante a 5 gare dalla fine del campionato, ma Bagnaia non è uno che si arrende facilmente. (GPOne.com)

Nel primo caso si passa da 271 km/h a 116 km/h in 4 secondi, alla curva 7 la frenata fa perdere soltanto 20 km/h (da 290 a 270 km/h in 3 decimi di secondo! Nella seconda metà della pista però non esistono staccate con decelerazioni superiori a 1,1 g e frenate di oltre 2,7 secondi l’una. (Moto.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr