Lory e Giada Bellugi, moglie e figlia Mauro/ Lo choc dopo l'amputazione 'Incredule'

Lory e Giada Bellugi, moglie e figlia Mauro/ Lo choc dopo l'amputazione 'Incredule'
Il Sussidiario.net SPORT

Lory e Giada Bellugi, la moglie e la figlia di Mauro, stanno vivendo questo dramma ormai da mesi.

Sono Giada Bellugi ed abito a Settimo Milanese, Lombardia

“Ero incredula!”, aveva raccontato durante un’ospitata da Barbara D’Urso assieme alla figlia, Giada Bellugi.

La morte di Mauro Bellugi, ex difensore di Inter, Bologna e Napoli, è stato un vero e proprio dramma per la sua famiglia.

Raccontava così Lory Bellugi, moglie del compianto Mauro, durante un’intervista rilasciata soltanto poche settimane fa, alla fine del mese di dicembre. (Il Sussidiario.net)

Ne parlano anche altri media

Lassù incontrerai tanti amici: se puoi, non fare troppo casino" Marino Bartoletti ha voluto ricordare la scomparsa di Mauro Bellugi: "Non ce l'ha fatta ad andare oltre il suo compleanno". (AreaNapoli.it)

Infine, Attilio Fontana, presidente della Lombardia, lo ricorda così: «A un anno esatto dal primo caso di Covid in Italia, ci lascia Mauro Bellugi. «Sei un esempio Mauro. Uomo, padre, marito ed amico meraviglioso. (Il Messaggero)

L'ex difensore che in carriera ha vestito le maglie di Inter, Bologna, Napoli e Pistoiese, oltre che quella della Nazionale, è scomparso oggi all'età di 71 anni. Beppe Marotta, amministratore delegato dell'Inter, ricorda Mauro Bellugi scomparso oggi all'età di 71 anni. (La Gazzetta dello Sport)

Bellugi, il ricordo di Marotta: "Eroe di un calcio romantico che non c’è più"

Difensore con tecnica da trequartista". vedi letture. "Perdiamo una persona speciale". esclusiva Colomba su Bellugi: "Persona speciale. (TUTTO mercato WEB)

A dicembre aveva subito l’amputazione delle gambe: ripercorriamo le tappe della sua carriera. GUARDA IL VIDEO IN ALTO! (passioneinter.com)

L’ad Marotta ha speso parole commosse per lui: “Mauro era l’eroe di un calcio romantico che non c’è più, giocheremo col lutto al braccio e sarà osservato un minuto di silenzio prima della gara. Tant’è che gli avevamo dato l’incarico di osservatore, "guarda per noi più partite possibili", gli avevo raccomandato” (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr