Codogno, il sindaco e l'assembramento per Salvini: "Per Mattarella fu uguale"

Codogno, il sindaco e l'assembramento per Salvini: Per Mattarella fu uguale
La Repubblica La Repubblica (Interno)

Basta non stringersi la mano e non mettersi le mani in faccia" .di Andrea Lattanzi

Così il sindaco di Codogno Francesco Passerini (centrodestra) replica alle domande dei cronisti sull'assenza di distanziamento fisico durante l'incontro con Salvini.

Se ne è parlato anche su altre testate

Il segretario della Lega Matteo Salvini lo ha detto parlando a Codogno, il primo Comune ad essere stato colpito dal coronavirus. Ma l'ipotesi del plexiglas di cui si è discusso a lungo, in realtà non è più all'ordine del giorno. (La Repubblica)

.di Andrea Lattanzi Ma l'ipotesi del plexiglas è già stata scartata da tempo della linee guida del ministro Azzolina e dai piani di Palazzo Chigi. (La Repubblica)

Il leader del Carroccio ringraziato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha voluto essere presente a Codogno lo scorso 2 giugno. In piazza l'oste Mario Cattaneo. Presente in piazza a Codogno l'oste Mario Cattaneo, definito da Salvini nel suo comizio "un perseguitato che ha difeso se stesso e la sua famiglia". (IL GIORNO)

In cosa consiste la gaffe di Salvini in treno. Concentrandoci meglio sull’immagine di Salvini in treno, con lo scatto pubblicato sui suoi canali ufficiali lo scorso 25 giugno, emergono fondamentalmente due violazioni abbastanza ingenue. (Bufale.net)

Continua l’attacco al governo Conte da parte di Matteo Salvini, domenica mattina in tour nei due luoghi simbolo del Covid-19, il primo focolaio italiano di Codogno e a Piacenza sull’altra sponda del Po. (Corriere della Sera)

– “Infrastrutture, meno burocrazia e cambiamento”. Il ‘capitano’ è tornato nelle Marche in vista delle prossime elezioni regionali che vedono Francesco Acquaroli di FdI come candidato governatore. (Occhio alla Notizia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr