Giani risponde: "Lega partito del maschio forte, non accetto lezioni"

Giani risponde: Lega partito del maschio forte, non accetto lezioni
gonews gonews (Interno)

Non accetto lezioni da un partito fondato sul culto del maschio forte al comando che svilisce i propri candidati utilizzandoli per fini che non hanno niente a che vedere con i temi politici e amministrativi che interessano la Toscana

Su altre fonti

Susanna Ceccardi e la Lega accusano Eugenio Giani di aver dato della “cagna” alla candidata del Carroccio alla presidenza della Regione Toscana per colpa dell’intervista rilasciata al Corriere della Sera in cui il presidente del Consiglio Regionale della Toscana dice che è “al guinzaglio di Salvini”. (next)

– “Prima i carri armati per gli inceneritori, adesso il guinzaglio per la candidata avversaria Susanna Ceccardi. Sulla vicenda interviene anche il segretario provinciale della Lega Andrea Ulmi. (IlGiunco.net)

Chi ha la museruola è proprio il candidato Giani dato che su temi politici non può esprimersi. Questa la frase incriminata: “Il mio avversario è Salvini che si porta dietro al guinzaglio una candidata”. (il Giornale)

"La sinistra griderebbe allo scandalo", incalza Ceccardi, "se un nostro esponente dicesse a una donna che è buona soltanto a stare al guinzaglio come una cagna". Per la vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia Mara Carfagna, "Eugenio Giani che definisce Susanna Ceccardi una candidata al guinzaglio di Salvini, qualifica più lui che la sua avversaria". (Liberoquotidiano.it)

“Come donna -afferma Michela Morgantini, Assessore al Sociale ed Ambiente del Comune di Massarosa – mi sono sentita offesa dalle improprie parole espresse da Eugenio Giani, nei confronti di Susanna Ceccardi, candidata del Centrodestra alle prossime regionali. (Versiliatoday.it)

“Questo contro Susanna Ceccardi che cos’è? deputato di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli: “Solidarietà a Susanna Ceccardi – scrive su Facebook - Eugenio Giani inizia il confronto con il centrodestra nel peggiore dei modi. (La Repubblica Firenze.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr