Benito Mussolini resta cittadino onorario di Salò

Benito Mussolini resta cittadino onorario di Salò
Sky Tg24 Sky Tg24 (Interno)

L'onorificenza attribuita nel 1924 resta in vigore, come è stato negli ultimi 96 anni.

Così ha deciso, a maggioranza, il Consiglio comunale riunitosi ieri sera in un municipio blindato dalle forze dell'ordine.

Se ne è parlato anche su altre testate

Sempre ieri è stato approvato il progetto di fattibilità tecnico-economica anche per la riqualificazione del fabbricato ex Municipio, con destinazione a ostello, ancora nell’ambito del Programma di Sviluppo rurale 2014-2020. (AostaSera)

Sono numerosi i comuni che durante il Ventennio hanno fatto a gara concedere la cittadinanza a Mussolini. La mozione presentata dal gruppo di opposizione Salò Futura è stata bocciata con 14 voti contrari, tutti quelli della maggioranza di centrodestra più due della lista di minoranza Insieme per Salò (vicina alla Lega). (Open)

Nell'aprile scorso a Bergamo il Consiglio comunale ha votato per togliere la cittadinanza onoraria a Mussolini, anche in questo caso decisa 96 anni fa da un commissario prefettizio. Più volte il sindaco di centrosinistra Giorgio Gori aveva detto che riteneva che la revoca non aggiungesse nulla al "tasso di antifascismo" della città. (La Repubblica)

Allora era stato Stefano Zane, esponente della lista civica Scelgo Salò, il quale aveva appunto chiesto il ritiro del titolo onorifico al Duce. Lo ha deciso ieri sera a maggioranza il consiglio comunale della città lombarda che ha respinto una mozione di un gruppo dell’opposizione. (ilGiornale.it)

Ieri sera, giovedì 13, in Consiglio comunale la mozione per la revoca della cittadinanza al duce. In effetti il 23 gennaio 1924, il Governo di Mussolini sciolse il Consiglio Comunale salodiano, nominando in sua vece una Commissione straordinaria presieduta dal sig. (gardapost)

ittadino onorario. Benito Mussolini (1883-1945), fondatore del fascismo e Presidente del Consiglio ("primo maresciallo dell'impero") dal 1922 al 1943, ha instaurato nel 1943 la Repubblica Sociale Italiana, conosciuta anche come Repubblica di Salò, un regime satellite della Germania nazista per controllare i territori italiani. (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti