Il canone Rai via dalla bolletta della luce? Non è tra le priorità dell’esecutivo

Gazzetta del Sud ECONOMIA

Eliminare la bolletta della luce il canone Rai?

Tra le questioni ancora da risolvere quella dei servizi pubblici locali per i quali si è ipotizzato anche di ricorrere a una delega.

L'approdo in Consiglio dei ministri, ipotizzato per questa settimana, potrebbe quindi essere posticipato alla prossima settimana o o alla fine di agosto, subito dopo la pausa estiva.

Il canone in bolletta fu introdotto dal governo Renzi come misura anti-evasione, accanto a una riduzione del canone stesso, sceso infine a 90 euro che si pagano in 10 rate mensili da 9 euro

Di qui l'idea - circolata nella maggioranza ma che non comparirebbe nelle versioni più aggiornate del testo - di eliminare dalla bolletta della luce il canone Rai. (Gazzetta del Sud)

La notizia riportata su altri media

Roma, 28 lug. (LaPresse)

(LaPresse) – Il Consiglio di Amministrazione della Rai, riunitosi oggi sotto la presidenza di Marinella Soldi e alla presenza dell’Amministratore Delegato Carlo Fuortes, ha proceduto ad affidare le deleghe alla Presidente nelle aree delle Relazioni internazionali, istituzionali, con particolare riferimento alla transizione digitale, e in ambito di Corporate e social responsability, oltre alla supervisione delle attività di controllo interno: tali deleghe dovranno essere formalmente autorizzate dall’Assemblea degli azionisti (LaPresse)

(LaPresse) – Il Consiglio di Amministrazione ha altresì approvato la revisione del budget 2021, proposta dall’AD, con la previsione di un risultato di pareggio rispetto a un budget iniziale che prevedeva un risultato negativo di -57 milioni di euro (LaPresse)

Roma, 28 lug. E’ quanto si apprende da fonti parlamentari (LaPresse)

Roma, 28 lug. (LaPresse) – “Nello svolgimento delle mie funzioni presso Leonardo naturalmente mi asterrò dal partecipare a qualsiasi attività connessa alle materie concernenti la delega di governo attribuita a mio padre relativa allo Spazio e al Dipe”. (LaPresse)

La riforma della concorrenza potrebbe slittare ad agosto per alcune necessarie messe a punto del testo. Un intervento che andrebbe incontro alle richieste europee di alleggerire la bolletta dagli extra-costi ma che richiederebbe di identificare un diverso modello di riscossione per mantenere il gettito (Il Fatto Vesuviano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr