Cgia boccia il reddito di cittadinanza: «Ogni posto di lavoro è costato 52 mila euro»

Cgia boccia il reddito di cittadinanza: «Ogni posto di lavoro è costato 52 mila euro»
VeneziaToday INTERNO

Lo riferisce la Cgia di Mestre che, attraverso il suo centro studi, ha effettuato un'analisi sulle cifre del sostegno economico introdotto nel 2019.

Per quanto riguarda la provincia di Venezia, i dati mostrano che il Rdc ha coinvolto poco più di 15 mila persone, per un importo medio mensile di circa 480 euro

Ipotizzando che i titolari del RdC abbiano ricevuto il contributo per almeno un anno prima di entrare nel mercato del lavoro, percependo così quasi 7 mila euro, si stima che l'Inps abbia sostenuto per loro una spesa di 7,9 miliardi di euro, pari a poco più di 52 mila euro per ogni neoassunto. (VeneziaToday)

Ne parlano anche altre testate

Trovare un lavoro a queste persone, spiega la Cgia, «potrebbe addirittura costituire per loro un problema, a causa del precario equilibrio psico-fisico in cui versano» Su oltre un milione di assisti, sarebbero però solo 152 mila le persone che hanno trovato un posto di lavoro grazie ai «navigator». (La Stampa)

Ipotizzando che i titolari del RdC lo abbiano ricevuto per almeno un anno prima di entrare nel mercato del lavoro, percependo così quasi 7.000 euro, la Cgia stima che l'Inps abbia sostenuto per essi una spesa di 7,9 miliardi di euro, pari a poco più di 52.000 euro per ogni singolo neoassunto. (Sky Tg24)

Reddito di cittadinanza, dal sussidio all’impiego: «Pronti 400 mila posti»

Rosario Rasizza, presidente di Assossom, l’associazione italiana delle agenzie per il lavoro, fa due conti: «Abbiamo attorno alle 400 mila offerte di lavoro compatibili con i profili dei beneficiari del sussidio. (ilmessaggero.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr