Agguato in Congo: morto l’ambasciatore italiano Luca Attanasio e un Carabiniere

Agguato in Congo: morto l’ambasciatore italiano Luca Attanasio e un Carabiniere
Money.it INTERNO

Inizialmente si era parlato di un attacco a un convoglio delle Nazioni Unite al fine di rapire personale occidentale, con le prime notizie che parlavano del ferimento di Luca Attanasio e di altre persone.

Luca Attanasio, ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo, è morto a seguito di un agguato compiuto nella zona del Parco nazionale di Virunga, nella parte orientale del tormentato Paese africano. (Money.it)

Su altre fonti

terrorismo. Morto anche l’autista del convoglio dell’Onu con il quale viaggiavano. Luca Attanasio, ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo; Vittorio Iacovacci, il carabiniere della scorta; e un autista sono stati uccisi in un attacco a un convoglio dell’Onu in una zona orientale del Congo – la provincia del Nord-Kivu – avvenuto lunedì 22 febbraio. (TIMgate)

Possiamo soltanto esprimere tutta la nostra vicinanza al Corpo diplomatico italiano, all'Arma dei Carabinieri e al 13° Reggimento Friuli Venezia Giulia di Gorizia, dove prestava servizio Vittorio". "Due giovani vite sono state spezzate nell'adempimento del loro servizio per lo Stato, la pace e la cooperazione internazionale nel Paese africano. (TriestePrima)

L’ambassadeur d’Itaie Luca Attanasio qui faisait partie du convoi, a été blessé Congo, ucciso in un attacco l'ambasciatore italiano e un carabiniere. Chi è il carabiniere morto. Si chiamava Vittorio Iacovacci il carabiniere ucciso nell'attentato in Congo dove ha perso la vita anche l'ambasciatore italiano. (Il Gazzettino)

Gorizia piange Vittorio Iacovacci, lutto cittadino nel giorno dei funerali

«Il nostro ruolo, il ruolo dell’ambasciata, è stare vicino agli italiani, un migliaio in tutto, per la maggior parte missionari e qualche laico, che vivono tutti insieme condividendo il destino degli abitanti congolesi», sottolineava il diplomatico 43enne «Io e mia moglie viviamo in Congo con tutta la famiglia, tre figli, di cui due gemelli piccoli. (Open)

La vettura dove viaggiavano faceva parte di un convoglio della Monusco, la missione dell'Onu per la stabilizzazione nella Repubblica Democratica del Congo, che comprendeva anche il capo delegazione dell'Ue. (Toscanaoggi.it)

La Presidenza del Consiglio segue con la massima attenzione gli sviluppi in coordinamento con il Ministero degli Affari Esteri Lascia un vuoto nella comunità militare e in quella della sua cittadina, dove lo ricordano con affetto e ammirazione e dove, il giorno dei funerali, sarà proclamato lutto cittadino. (Telefriuli)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr