NBA, il tweet di Kyrie Irving che preoccupa i Brooklyn Nets: "Sono protetto da Dio"

Sky Sport SPORT

Parole di sfida e che complicano lo scenario per Brooklyn, consapevole del rischio sempre più concreto di non poter disporre di lui per oltre la metà delle sfide stagionali.

La pressione attorno a lui continua a crescere, ma la risolutezza di Kyrie Irving non cambia.

Nonostante le cose però non sembrino volgere a suo favore, Irving prosegue nella sua battaglia, lanciando anche messaggi espliciti via Twitter per rintuzzare la polemica: “Sono protetto da Dio e lo è anche la mia gente. (Sky Sport)

Ne parlano anche altri media

Ma la sua decisione non gli permette di essere un giocatore a tempo pieno dei Nets. Siamo felici per l’inizio della stagione e non vediamo l’ora che inizi un’annata di successo che renda i tifosi di Brooklyn orgogliosi” (Sportando)

Steva Nash conferma la scelta di Irving e afferma: “Non possiamo che riconoscere il fatto che non può giocare nelle partite casalinghe e quindi dobbiamo abituarci a fare a meno di lui quest’anno”. Il giocatore dei Nets ha deciso di non vaccinarsi e per il team di Brooklyn non è certo una bella notizia, specialmente perché Durant e compagni puntano al titolo e con l’ex Cavaliers a metà impiego sarà dura. (Virgilio Sport)

Kyrie Irving non si vaccina, i Brooklyn Nets lo mettono fuori squadra: scenari clamorosi Arriva la durissima e drastica decisione della dirigenza dei Brooklyn Nets nei confronti di Kyrie Irving: la point-guard no-vax è ufficialmente fuori squadra. (Sport Fanpage)

Esplode in maniera definitiva la questione Kyrie Irving all’interno dello spogliatoio dei Nets. “Kyrie ha compiuto una scelta personale e noi rispettiamo il diritto individuale di prendere una tale decisione”, prosegue nel dettaglio il comunicato. (Sky Sport)

Entrambi, se rimarranno della stessa idea, dovranno evitare le trasferte a San Francisco e New York.Le parole di coach Stevesuonano come una resa, la società che alza le mani davanti alla volontà di Kyrie Irving di non vaccinarsi Le città di, sedi di alcune delle squadre più importanti della NBA, come, hanno vietato l’ingresso ai palazzetti ai non vaccinati con più di 12 anni per la prossima stagione. (Calciomercato.com)

Solo allora capiremo la vera situazione in casa Nets e i provvedimenti presi per gestire lo status di Kyrie Irving Woj says that Kevin Durant, James Harden, Joe Tsai and Sean Marks will all be involved in deciding whether or not Kyrie Irving can be a part-time player this season. (NbaReligion)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr