Zona arancione e nuovo piano vaccini per Brescia e 8 comuni della bergamasca

Zona arancione e nuovo piano vaccini per Brescia e 8 comuni della bergamasca
LaPresse INTERNO

Cercheremo di utilizzare le dosi che abbiamo e lo concentreremo dove più è necessario per contrastare il nemico”, ha chiarito ancora Bertolaso

Fermo restando le vaccinazioni over 80, per le altre categorie si partirà prioritariamente dai comuni più colpiti.

È la strategia messa in campo dalla Lombardia per arginare il boom di contagi da Covid nel bresciano e in alcuni comuni adiacenti, alle prese con la variante inglese che vale quasi un terzo dei dati. (LaPresse)

Ne parlano anche altre fonti

Allo stato attuale, la situazione è sotto controllo e gestibile (rispetto all'anno scorso) in tutto il territorio regionale, tranne in provincia di Brescia, dove siamo di fronte alla terza ondata della pandemia. (BresciaToday)

Poi ci sono i casi più gravi della terapia intensiva, dove "la situazione è più sotto controllo. Cosa ha fatto impennare i numeri bresciani dell'epidemia di Covid-19? (Adnkronos)

Sulle vaccinazioni agli over 80, Bertolaso ha evidenziato che "non si ridurrà nemmeno di una unità la somministrazione dei vaccini" "Parte da stasera alle ore 18" l’ordinanza lombarda che istituisce una "zona arancione rafforzata" nella provincia di Brescia, in 7 comuni del Bergamasco e a Soncino (Cremona). (Gazzetta di Parma)

Covid, Bertolaso: «In provincia di Brescia è evidente la terza ondata»

Quasi trecento i pazienti agli Spedali Civili di Brescia, che funziona anche da hub per la Terapia intensiva Covid. Nelle diverse Terapie intensive della provincia ci sono quasi 70 malati positivi, di cui più di 26 agli Spedali Civili. (Corriere della Sera)

A preoccupare, oltre ai numeri, sono le nuove varianti del Covid in circolazione. A chiederlo sono in tanti: la vicensindaca Laura Castelletti spiega però che non può esserci lockdown senza vaccini (LaPresse)

Il consulente alla vaccinazione in Lombardia fa il punto della situazione a Palazzo Pirelli - Ansa /CorriereTv. "I dati mostrano che a Brescia è evidente una terza ondata: è il punto che va aggredito e su cui bisogna intervenire immediatamente". (Corriere TV)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr