Atteso verdetto Mladic all’Aia: le vedove di Srebrenica davantial tribunale

Atteso verdetto Mladic all’Aia: le vedove di Srebrenica davantial tribunale
LaPresse ESTERI

L’ex leader politico di Mladic, Radovan Karadzic, è stato condannato per gli stessi crimini e sta scontando il carcere a vita.

Mladic fu accusato per la prima volta a luglio del 1995.

Mladic e la sua eredità dividono ancora la Bosnia.

Mladic fu anche ritenuto colpevole di altri crimini, fra cui persecuzione, sterminio e omicidio.

I bosniaci, in gran parte musulmani, lo considerano un criminale di guerra, mentre molti serbi-bosniaci lo ritengono ancora un eroe

(LaPresse)

Su altri media

Tutti nella Federazione croato-musulmana, a cominciare dai parenti delle vittime, si aspettano che il verdetto di domani confermi la condanna al carcere a vita per l’ex generale, il «Boia di Srebrenica». (Corriere del Ticino)

La Corte ha confermato per lui la condanna all'ergastolo, il che significa che il 79enne trascorrerà il resto della sua vita in carcere. I bosniaci, in gran parte musulmani, lo considerano un criminale di guerra, mentre molti serbi-bosniaci lo ritengono ancora un eroe (La Stampa)

La stessa aula in cui erano presenti anche alcune delle vedove e delle madri delle sue vittime L'AJA - L'ex capo militare dei serbi di Bosnia, Ratko Mladic, ha perso il ricorso in appello contro la condanna in primo grado, pronunciata nel novembre del 2017, per genocidio, crimini di guerra e contro l'umanità riferiti al conflitto del 1992-1995. (Ticinonline)

Confermata in appello la condanna all'ergastolo per Ratko Mladic, il boia di Srebrenica

È stato respinto il ricorso presentato da Ratko Mladic. In totale, dal 1992 al 1995 la guerra fece più di 100mila vittime e 2,2 milioni di rifugiati. (Open)

Mladić, lo ricordiamo, era stato condannato al carcere a vita nel 2017 L'AJA - Torna alla sbarra oggi, per l'ultima volta davanti al tribunale internazionale dell'ONU all'Aia, l'ex-comandante serbo Ratko Mladić. (Ticinonline)

«Se i giudici si basano sui fatti, abbiamo vinto, se si baseranno su propaganda e luoghi comuni, non avremo possiblità», aveva dichiarato Lukic Il procuratore del Tribunale, Serge Brammertz, alla vigilia della sentenza si era detto «cautamente ottimista»: «Non posso immaginare un altro risultato a parte la conferma» del verdetto. (Il Piccolo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr