Novara, la Gottifredi-Maffioli invia a “Luna Rossa” le nuove cime per la finale di America’s Cup

Novara, la Gottifredi-Maffioli invia a “Luna Rossa” le nuove cime per la finale di America’s Cup
Per saperne di più:
La Stampa SPORT

Il successo di Luna Rossa alla Prada Cup, a Novara l’avevano dato per scontato quando dalla baia di Auckland era giunto un nuovo ordine urgente di cime e cavi nautici.

Nel 1954 vennero tessute a Novara le corde in nylon che permisero a Lacedelli e Compagnoni di conquistare il K2, la montagna seconda solo all’Everest.

La Gottifredi Maffioli da 95 anni produce una vasta gamma di corde, trecce, funi impiegate nei più svariati settori industriali e sportivi. (La Stampa)

La notizia riportata su altre testate

La America’s Cup di vela inizierà il prossimo 6 marzo e vedrà sfidarsi i detentori del trofeo di Emirates Team New Zealand e Luna Rossa, vincitrice della Prada Cup, ovvero il torneo degli sfidanti. Alla fine hai bisogno di una barca decente (per vincere, ndr) e noi siamo entusiasti del nostro pacchetto (riferendosi a Te Rehutai, ndr)“ (OA Sport)

Luna Rossa finora ha fatto bene. Penso che in tutti questi anni Luna Rossa abbia seminato qualcosa, abbia lasciato una scia. (La Stampa)

Noi che abbiamo qualche capello grigio in più, che abbiamo vissuto il tifo per il Moro e poi per Luna Rossa, possiamo dirlo. Vasco, perché ha vinto Luna Rossa? (La Stampa)

Un pizzico di Bari protagonista nel trionfo di Luna Rossa ad Auckland: nel team anche il 38enne Fabrizio Lisco

di Francesco Pioppi Il successo di ’Luna Rossa’ parla reggiano. Il team poi diventa una grande famiglia, vai in giro insieme e condividi tante esperienze (il Resto del Carlino)

Luna Rossa in fondo rappresenta nel mondo l’Italia che non ha paura, che prova a reagire e rialzarsi". Giusto così, perché Luna Rossa è un simbolo del Paese (Quotidiano.net)

Il trionfo di Luna Rossa Prada Pirelli in Nuova Zelanda nella Prada Cup, con tanto di qualificazione all'America's Cup, massimo trofeo della vela mondiale, parla anche un po' barese: nell'equipaggio che ha battuto ad Auckland i britannici di Ineos per 7 a 1 c'è anche Fabrizio Lisco, 38 anni, specialista di alberi, cavi e cime che compongono l'imbarcazione italiana. (BariToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr