Omicidio Comeana, caccia all'uomo: il presunto killer è un pluripregiudicato

tvprato.it SALUTE

Si tratta di un pluripregiudicato che doveva trovarsi agli arresti domiciliari, per esecuzione pena, nella sua abitazione di Firenze.

I carabinieri, grazie alle immagini di videosorveglianza della zona, sono risaliti al conducente, rintracciato a bordo dell’auto, nei pressi della propria abitazione, poche ore dopo i fatti.

Nelle ore successive, i carabinieri hanno fermato un 39enne di Firenze, che era alla guida dell’auto rossa vista allontanarsi dai vicini di casa dopo l’omicidio. (tvprato.it)

Su altre fonti

La pistola, una calibro 9, usata dall’assassino non è stata ancora rintracciata dai carabinieri. Il fermato, che comparirà di fronte al gip per la convalida nei prossimi giorni, è stato interrogato nella caserma dei carabinieri fino alle sei del mattino confermando che Marrucci era insieme a lui quando si è presentato a casa di Gianni Avvisato (La Nazione)

Si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al gip nell’udienza di convalida al tribunale di Prato l’imbianchino di 39 anni arrestato dai carabinieri dopo l’omicidio di Comeana. Stamani, nel corso dell’interrogatorio di garanzia, l’imbianchino fermato 12 ore dopo l’omicidio, si è avvalso della facoltà di non rispondere. (tvprato.it)

Aveva cambiato diverse case negli ultimi anni. Il padre di Gianni Avvisato, Giovanni, era finito al centro di una inchiesta della procura di Firenze del 2012 insieme a Marrucci (La Nazione)

Le ultime parole: «Mi hanno sparato, salvatemi». Raccontano i testimoni di averlo sentito gridare terrorizzato quel ragazzone che non aveva paura di nessuno. I presunti killer, entrambi fiorentini, poi sono fuggiti su un’auto che avevano parcheggiato nella vicina via Petrarca. (Corriere della Sera)

Le indagini dei carabinieri, coordinate dal pm Petrocchi, sono partite dalle testimonianze dei vicini che hanno visto allontanarsi, prima a piedi e poi a bordo di un’auto, due uomini. Un uomo è stato fermato dai carabinieri per l’omicidio di Gianni Avvisato, il 38enne ucciso ieri pomeriggio con un colpo di pistola a bruciapelo sulla soglia della sua abitazione a Comeana (tvprato.it)

I vicini di casa hanno sentito almeno uno sparo e avrebbero visto due persone che subito dopo sarebbero scappate a piedi. “Aiuto, aiuto, mi hanno sparato”. (Zoom24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr