Accordo nel centrodestra per Roma c’è Michetti in ticket con la Matone

La Stampa INTERNO

Un mezzo accordo è meglio di nessun accordo.

Al vertice dei leader, nonostante il grande freddo al Copasir, il centrodestra chiude l’intesa sulle candidature a Roma e Torino (dove in realtà i giochi erano fatti da tempo) e rimanda ancora di una settimana l’annuncio per Milano, Bologna e Napoli, mentre per la Calabria l’ufficializzazione ci sarà sabato prossimo.

Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. (La Stampa)

Ne parlano anche altre testate

FdI vuole governare o rafforzare le rendite di posizione dell’opposizione? È un momento difficile per il partito di Salvini: partito conservatore che guarda a Bruxelles e a Washington? (L'HuffPost)

Quanto è difficile la convivenza nel centrodestra. Anche su questo si è giocata la partita del Copasir: i servizi segreti, si sa, sono indispensabili per il potere (L'Eco di Bergamo)

Roma – “Io penso a un investimento di almeno un miliardo di euro per una cittadella dell’ambiente e della sostenibilità che, come a Copenaghen, metta vicino un impianto ultramoderno di trasformazione in energia di rifiuti e una cittadella dello sport e una della cultura. (RomaDailyNews)

Vaccini ai giovani, Salvini. “Stop a bimbi e ragazzi, sulla salute dei nostri figli non si scherza”

L’ho incontrato e la cosa che mi ha colpito è che abbiamo parlato non di politica, ma di città. Enrico Michetti è il candidato sindaco del centrodestra per le prossime elezioni di Roma. (Radio Radio)

Altri nomi Oltre a Conti, Battistini chiama a rapporto anche altri nomi già vicini al suo progetto. Battistini avrebbe anche scambiato «qualche battuta» con l’assessore al Bilancio, Davide Conte, che da poco si è smarcato dalle primarie, annunciando che non voterà. (Corriere della Sera)

Sul tema arriva su Twitter il commento del leader della Lega, Matteo Salvini: “Vaccini a bimbi e ragazzi ‘sconsigliati’ da Paesi europei, riviste scientifiche e medici. Ma si apre anche la discussione sull’opportunità di vaccinare contro il Covid i più giovani, soprattutto con i vaccini a vettore virale come AstraZeneca. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr