Saman Abbas: rabbia e insulti contro il padre della ragazza

Saman Abbas: rabbia e insulti contro il padre della ragazza
Per saperne di più:
il Resto del Carlino INTERNO

Per te c’è solo l’inferno di Allah, altro che paradiso per quello che hai fatto alla tua figlia"

Perfino di alcuni suoi parenti diretti, con messaggi scritti non solo in pakistano Urdu e in arabo.

L'EDITORIALE La nostra battaglia per Saman - di M. BRAMBILLA. Quel giorno le indagini sulla sparizione della ragazza non erano ancora cominciate.

Lo indica come "figlio", in inglese, il fratello minore di Saman Abbas, a commento della foto che ritrae il ragazzino ( a fianco ). (il Resto del Carlino)

Su altri media

Nelle immagini datate 29 aprile compaiono tre uomini - lo zio e due cugini, tra cui il giovane fermato a Nimes, in Francia, qualche giorno fa. Oggi i carabinieri hanno diffuso tre frame che - secondo le ipotesi investigative - mostrerebbero alcuni parenti di Saman mentre si dirigevano a scavare una fossa, muniti di pala. (L'HuffPost)

In quei giorni anche Danish mostra, secondo il racconto del fratello di Saman, segni di pentimento arrivando anche a piangere e a rincuorare il ragazzo. LE MINACCE – Quando i genitori di Saman ‘scappano’ in Pakistan, il sedicenne resta nella casa di Novellara con lo zio. (Il Riformista)

Leggi anche Saman e quel no ai matrimoni misti. La Gazzetta di Reggio pubblica nell'edizione odierna il riassunto del verbale del fratello di Saman. «Un lavoro fatto bene» avrebbe scritto in una chat lo stesso zio di Saman, Danish Hasnain. (La Gazzetta di Mantova)

Il video che inchioda lo zio e i cugini di Saman con le pale pronti a scavare. Il fratello: «È stata strangolata». La procura è certa: si indaga per omicidio premeditato

Sarebbe stata la stessa giovane a parlare di un piano per ucciderla architettato dallo zio Danish Hasnain, 33 anni. Saman, la ragazza scomparsa? (Liberoquotidiano.it)

Il 33enne è ritenuto l’esecutore materiale del presunto delitto, che sarebbe avvenuto la sera del 30 aprile Insostenibili da ascoltare, perché lei, Saman, l’aveva detto con un presentimento al fidanzato: "Stava parlando proprio di me". (Quotidiano.net)

Intanto, come conferma la procuratrice di Reggio Emilia, Isabella Chiesi, che ipotizza l’omicidio premeditato, «proseguono le ricerche dei resti della persona offesa che purtroppo riteniamo sia deceduta. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr