Migranti, scontro Francia-Gb: tweet Johnson fa infuriare Macron

Il Sole 24 ORE ESTERI

Darmanin ha definito la lettera del premier britannico "una delusione"

(askanews) - Un tweet di Boris Johnson ha fatto infuriare Emmanuel Macron, complicando il dialogo in corso fra Francia e Gran Bretagna sulla delicata questione dei migranti, dopo la morte di 27 persone che sono annegate tentando di attraversare la Manica per raggiungere l'Inghilterra.

Il premier britannico ha reso pubblica via twitter una lettera all'omologo francese in cui chiede a Parigi di riprendersi i migranti che attraversano illegalmente. (Il Sole 24 ORE)

Su altre testate

Salvare vite umane deve sempre rappresentare una priorità. Solo una risposta coordinata, efficace e duratura può prevenire la perdita di ulteriori vite umane (La Difesa del Popolo)

Calais, il giorno dopo la tragedia della Manica che ha visto morire 27 persone è ancora sotto shock: “È la prima volta che ci sono così tanti morti insieme nella Manica”. Le associazioni che aiutano i rifugiati sono molto colpite, in particolare perché sono composte da giovani, per la maggior parte studenti, e per loro è molto traumatizzante vedere così tanti morti in una sola mattina (Servizio Informazione Religiosa)

Questa tragedia – la più mortale mai registrata lungo la Manica – ci ricorda che è necessaria un’azione collettiva urgente per fermare l’evitabile perdita di vite umane in mare ed evitare che eventi simili si ripetano in futuro”. (Servizio Informazione Religiosa)

Lui stesso, lui e il presidente Macron hanno riconosciuto l’urgenza della situazione». A seguito della pubblicazione di questo messaggio, Parigi ha deciso di cancellare la visita del ministro degli Interni britannico Priti Patel all’incontro previsto per domenica con gli altri Paesi europei sul tema dei migranti. (laredazione.eu)

Sono passati all’azione dopo settimane di proteste per le difficoltà poste dalla Gran Bretagna nel dopo-Brexit alla concessione delle licenze di pesca. Da oggi i loro pescherecci bloccano i traghetti diretti da Calais verso la Gran Bretagna, e con i blocchi stradali l’accesso dei camion al tunnel sotto la Manica (America Oggi)

"Riteniamo la lettera pubblica del premier britannico inammissibile e contraria alle nostre discussioni tra le controparti. All'incontro sono stati invitati i ministri responsabili dell'immigrazione belga, tedesca, olandese e britannica, nonché la Commissione europea. (tvsvizzera.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr