Zitromax introvabile? Non serve contro il Covid e aumenta il rischio di antibiotico-resistenza

Zitromax introvabile? Non serve contro il Covid e aumenta il rischio di antibiotico-resistenza
Altroconsumo SALUTE

Secondo l'Ocse l’Italia nel 2019 (prima quindi della pandemia) era seconda per numero di prescrizioni di antibiotici nelle cure primarie.

Insomma pare che, certamente senza alcuna validità scientifica, si sia diffusa la convinzione che Zitromax & Co.

Un uso inutile e anche dannoso. Assumere antibiotici per combattere il Covid è dunque inutile.

"L'azitromicina, e nessun antibiotico in generale, è approvato, né tantomeno raccomandato, per il trattamento di Covid-19". (Altroconsumo)

Su altri giornali

"Viene prescritto tantissimo in questo periodo per evitare le infezioni correlate al virus e sono finite le scorte", spiega Rossella, dipendente della farmacia internazionale di piazza Barberini a Roma. (Repubblica TV)

Gli studi scientifici non hanno però confermato l’utilità di tale associazione evidenziandone al contrario la possibile tossicità" Tantissimi italiani al momento sono positivi al tampone e moltissimi di loro senza alcun motivo si stanno imbottendo di farmaci potenzialmente tossici per il loro organismo. (PalermoToday)

Tutta colpa dell'informazione errata che serva a qualcosa per trattare il covid. C'è un antibiotico che in Italia è diventato quasi impossibile da trovare, l'azitromicina. (MilanoToday.it)

La corsa allo zitromax? Insensata e inutile

L’azitromicina è un antibiotico ad ampio spettro, capace cioè di coprire un ampio raggio di infezioni batteriche. Come mai nelle farmacie è oggi così difficile trovare gli antibiotici più comuni — fra i quali, in particolare, l’azitromicina? (Corriere della Sera)

Sarebbero opportune da parte di organismi deputati alla salvaguardia della nostra salute maggiori riflessioni circa gli errori commessi…loro invece preferiscono demonizzare l’azitromicina. (Come Don Chisciotte)

Lo zitromax - molecola azitromicina - è ormai introvabile. Non va prescritta ai positivi. L'azitromicina non andrebbe dunque prescritta in pazienti positivi a Sars-Cov-2, se non in caso di sospetta sovrainfezione batterica (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr