Vaccino Pfizer 2022, arriva nuova formula pronta all’uso: EMA dà l’ok

Scuolainforma ECONOMIA

Nel frattempo si sta valutando anche la richiesta, presentata da Pfizer, di autorizzare la vaccinazione per la fascia d’età tra i 5 anni e gli 11 anni.

Una nuova formula del vaccino Pfizer, pronta all’uso, ottiene l’approvazione dell’Agenzia Europea per i Medicinali (Ema).

L’esito della sua valutazione, sarà nota tra un paio di mesi, a meno che non siano necessarie informazioni supplementari

Questa nuova formula non deve essere diluita prima della somministrazione, e può essere conservata a temperatura frigo 2-8° C fino a 10 settimane. (Scuolainforma)

Su altri media

Quello monzese non sarà l'unico sito autorizzato: anche nello stabilimento di Anagni verrà prodotto il vaccino anti covid. Via libera per la produzione del vaccino Pfizer a Monza. (MonzaToday)

Alla luce delle evidenze scientifiche e delle autorizzazioni già rilasciate da FDA, EMA e anche AIFA, la Commissione vaccini dell’Istituto per la Sicurezza Sociale – come hanno già fatto le autorità di diversi Paesi, Italia compresa – nella seduta di ieri, martedì 19 ottobre, ha autorizzato la somministrazione della dose aggiuntiva di vaccini per le persone fragili. (San Marino Rtv)

Inoltre, la nuova formulazione consente una conservazione più lunga, per 10 settimane, a temperatura di frigorifero da 2 a 8 °C", mentre quella attuale poteva esserlo per 31 giorni. (Farmacista33)

https://it.sputniknews.com/20211020/usa-pfizer-per-bambini-5-11-anni-potrebbe-esser-approvato-entro-2-settimane-seguiremo-la-scienza-13390870.html. USA, Pfizer per bambini 5-11 anni potrebbe esser approvato entro 2 settimane: "Seguiremo la scienza". (Sputnik Italia)

Vaccini: terza dose estesa entro fine anno. Coronavirus in Italia: i dati aggiornati 19 Ottobre 2021 Attualmente, hanno completato il ciclo vaccinale quasi 44 milioni di aventi diritto, l’81,4% della popolazione vaccinabile, mentre l’85% ha effettuato almeno una dose. (PMI.it)

La sensazione è che, anche a livello locale, l’obbligo di green pass abbia scatenato più una corsa al tampone che al vaccino. Questo l’effetto sortito sulla campagna vaccinale, almeno per ciò che concerne il palasalute di Imperia, dall’obbligatorietà del green pass istituita a partire dal 16 ottobre. (Riviera Time)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr