Dato l’ok al green pass europeo: sarà gratuito e varrà 12 mesi

Dato l’ok al green pass europeo: sarà gratuito e varrà 12 mesi
IVG.it INTERNO

E’ arrivato dal parlamento europeo l’ok definito al certificato digitale Covid dell’Ue.

I paesi dell’Ue sono incoraggiati a garantire che i test abbiano prezzi abbordabili e siano ampiamente disponibili

Il certificato sarà rilasciato gratuitamente dalle autorità nazionali e sarà disponibile in formato digitale o cartaceo con un codice Qr.

L’entrata in vigore e l’applicazione immediata è prevista dal primo luglio e sarà in vigore per 12 mesi. (IVG.it)

Su altre testate

In ogni caso gli eventuali cambi dovranno essere notificati con 48 ore di anticipo agli altri Stati membri e alla Commissione, mentre il pubblico dovrà essere informato con 24 ore di preavviso. (AltamuraLive)

09 giugno 2021 a. a. a. Green pass, il parlamento europeo ha approvato in via definitiva le nuove regole per il certificato Covid digitale. I Paesi membri dovranno garantire che i test abbiano prezzi abbordabili e siano ampiamente disponibili. (Corriere dell'Umbria)

Per loro varranno le regole di sempre: i tamponi prima di partire, eventuali quarantene o altre regole che ciascuno Stato decida di adottare. esteri. Attesa adozione formale dal Consiglio e poi pubblicazione in Gazzetta Ufficiale per l'entrata in vigore; l'applicazione immediata dal primo luglio 2021. (TG La7)

Green Pass, il Parlamento europeo dà il via libera definitivo

Il green pass servirà per viaggi e eventi. Chi ha il green pass deve rispettare le nome anticontagio? Firenze, 9 giugno 2021 - Nel giorno del via libera del Parlamento europeo al certificato Covid Ue digitale, è bene rifare chiarezza su tutte le regole che ruotano intorno al green pass. (LA NAZIONE)

COSA C'E' DA SAPERE. Il certificato Covid Ue digitale, o Green Pass, aiuterà i viaggiatori all'interno dell'Ue che lo detengono ad evitare di essere sottoposti a test e/o quarantene quando viaggiano all'interno dell'Ue. (Adnkronos)

I Paesi dell'Ue sono incoraggiati a garantire che i test abbiano prezzi abbordabili e siano ampiamente disponibili Il certificato non costituirà una condizione preliminare per la libera circolazione e non sarà considerato un documento di viaggio. (Il Piccolo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr