Sondaggio Bce vede crescita e inflazione più alte nei prossimi 2 anni

Yahoo Finanza ECONOMIA

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei, [email protected], +48587696613)

L'inflazione, per la quale la Bce ha fissato un target al 2% questo mese, potrebbe toccare quota 1,9% nel 2021, oltre le precedenti previsioni di 1,6% pubblicate tre mesi fa, e raggiungere l'1,5% nel 2022, contro l'1,3% precedentemente atteso.

Per quel che riguarda la crescita, il sondaggio ora vede il Pil espandersi del 4,7% quest'anno e del 4,6% nel 2022, in miglioramento rispetto alle precedenti stime, ma anche in questo caso in linea con le ultime stime della Bce stessa. (Yahoo Finanza)

Se ne è parlato anche su altre testate

La presidente della Bce Christine Lagarde ha detto che la variante Delta del coronavirus rappresenta un elemento di crescente incertezza. Ma alcuni consiglieri dei Paesi maggiormente indebitati, come il banchiere italiano Fabio Panetta, hanno richiesto di preservare parte della flessibilità del Pepp una volta terminata la crisi attuale. (Investing.com)

Ciò può anche implicare un periodo transitorio in cui l’inflazione è moderatamente al di sopra dell’obiettivo Lo ha fatto per sottolineare il suo impegno a mantenere un orientamento di politica monetaria costantemente accomodante per raggiungere il suo obiettivo di inflazione”. (Finanzaonline.com)

Ma i cosiddetti falchi hanno completamente eliminato dal tavolo della discussione proprio l’annuncio relativo al processo di morphing del programma anti-pandemico. Almeno, stando proprio al risentito appunto di Christine Lagarde. (Money.it)

dito da Associazione Culturale TUTTOGGIPiazza Sansi 5 | 06049 Spoleto (PG)CF 93026830542 | PI 03699290544Iscrizione al Registro per la Pubblicazione di Giornali e Periodici del Tribunale di Spoleto n. (TuttOggi)

Dopo aver illustrato brevemente i numeri della ripresa, Christine Lagarde ha affermato che la BCE resterà in “paziente” attesa di dati economici che confermino maggiore stabilità in questa fase di rilancio economico post-pandemico. (The Italian Times)

“La riunione della BCE di ieri non ha deluso coloro che cercavano un tono accomodante, in particolare dopo il recente risultato della Strategy Review della Banca Centrale”. In tale contesto la banca centrale continuerà a sostenere la ripresa anche dopo la scadenza del programma PEPP a marzo” (Bluerating.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr