Coronavirus, in Lombardia 637 nuovi casi e 28 decessi. A Milano città +104 contagi, zero casi a Lodi

Corriere della Sera INTERNO

La percentuale dei positivi in rapporto ai tamponi effettuati è del 4,1% (ieri era 4,2% e l’altroieri 3,6%)

In Lombardia, dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, sono risultate positive al Sars-CoV-19 808.681 persone (+637; i casi positivi segnalati ieri erano 808.044 e l’aumento sul giorno precedente era stato +1.287 ), secondo i dati forniti dalla Regione Lombardia.

I tamponi sono stati 15.287 contro i 30.249 di ieri, per un totale complessivo di 9.579.976. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri media

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha ricevuto oggi pomeriggio la prima dose di vaccino anti-Covid. Vaccini per under 60 non “fragili”: ipotesi prenotazioni il 6 maggio Il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, riceve una dose di AstraZeneca: «Nessun fastidio». (La Provincia di Lecco)

"L'Italia è indietro con le genotipizzazioni – ha poi detto Letizia Moratti al Pirellone secondo quanto riporta l'agenzia Ansa -. Nessun caso di variante indiana del Coronavirus è stato sequenziato, al momento, in Lombardia (Fanpage.it)

Coronavirus, il bollettino di oggi 3 maggio: in Lombardia 637 nuovi casi e 28 vittime. In provincia di Milano 306 i nuovi casi di 104 in città (La Repubblica)

Variante indiana: ad oggi in Lombardia non è stata individuata

E ora sembra a portata di mano il «target» dichiarato della campagna massiva: 6,6 milioni di lombardi vaccinati entro luglio. «La Lombardia è da Champions League - ha detto tre giorni fa il capo della campagna, Guido Bertolaso - vediamo se riusciamo a farle vincere lo scudetto». (ilGiornale.it)

La pressione sulle strutture ospedaliere subisce un incremento: 28 gli ingressi giornalieri in terapia intensiva a fronte dei 17 segnalati ieri. Il numero complessivo di ricoveri in area critica è di 535 (542 ieri, 536 due giorni fa). (Open)

Mutazioni «che per la direzione generale Welfare – ha riferito Letizia Moratti – non sono d’interesse scientifico e all’interno delle quali non risulta comunque quella indiana» Dopo i timori degli ultimi giorni oggi (martedì 4 maggio) la buona notizia: «In Lombardia, a oggi, non è stata ancora sequenziata alcuna variante indiana del Covid», ha annunciato l’assessore regionale al Welfare e vicepresidente Letizia Moratti. (Prima Monza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr