Sta salendo rapidamente la percentuale di reinfezioni da Covid

AGI - Agenzia Italia SALUTE

Lo ha detto Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe ai microfoni della trasmissione 'L'Italia s'è desta' su Radio Cusano Campus.

"Con questo ritmo di crescita la prossima settimana avremo 3 milioni di positivi".

"In proiezione - ha spiegato - lunedì prossimo potremmo avere un'occupazione dei posti letto in area medica al 38% e in terapia intensiva al 20%, percentuali che iniziano ad essere preoccupanti". (AGI - Agenzia Italia)

Ne parlano anche altri media

Analizza il presidente della Fondazione Gimbe: "Ci troviamo in una fase estremamente critica della pandemia, in cui distorte narrative ottimistiche appannano l'insufficienza delle misure per rallentare la curva dei contagi e sottovalutano i rischi per la salute delle persone e per l'economia del paese. (ForlìToday)

La pressione ospedaliera è aumentata del 31% per quanto riguarda i ricoveri nei reparti ordinari di pazienti con sintomi. La forte pressione dei nuovi contagi da Coronavirus sulle strutture ospedaliere è il primo dato che balza agli occhi dell’ultimo monitoraggio della Fondazione Gimbe. (Open)

Il dato emerge dal monitoraggio settimanale della fondazione Gimbe. Rovigo è la provincia con la maggiore incidenza di nuovi casi per 100.000 abitanti (2.483), seguita da Verona (2.390), Vicenza (2.133), Treviso (2.082), Padova (1.992), Venezia (1.877) e Belluno (1. (Sky Tg24)

Quella dove si ha un’incidenza maggiore è La Spezia con 2531 nuovi casi su 100mila abitanti, seguita da Genova, con 2.377 nuovi casi, poi Savona (2.349) e Imperia (2.206). La media nazionale è del 49%, oltre il 100% solo l’Emilia Romagna (129%), la provincia di Bolzano (145,8%) e la Sicilia (128,5%). (IVG.it)

Il risultato, continua il primario, è che «si crea una situazione di tensione molto pesante, che riusciamo a gestire ma complica tutto». «Con la terza dose di vaccino, in questo momento, nessuno è ricoverato in Terapia intensiva: un dato che credo faccia capire bene l’importanza del booster». (Corriere Romagna)

I numeri di contagi e ricoveri continuano a correre, con il rischio concreto che, entro la fine del mese, alcune regioni italiane possano finire in zona rossa. Secondo il report c'è "un netto aumento di nuovi casi (1.207.689 contro 810.535) e dei decessi (1.514 contro 1.102). (CataniaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr