Calciomercato, il rebus Hakimi, Sarri alla Lazio e la suggestione per l'Inter

Calciomercato, il rebus Hakimi, Sarri alla Lazio e la suggestione per l'Inter
Inter Dipendenza SPORT

Nel caso la richiesta venisse accontentata allora Marotta ed Ausilio dovrebbero andare alla ricerca dell'erede del marocchino, e qui potrebbe esserci un incastro con quanto sta accadendo in casa Lazio.

I nerazzurri fanno la voce grossa con il PSG, asserendo che se non arriverà la cifra richiesta, ossia 80 milioni, il giocatore resterà a Milano.

L'esterno potrebbe infatti, secondo la Gazzetta dello Sport, essere spostato nel tridente, essere abbassato come quarto in difesa, o finire sul mercato. (Inter Dipendenza)

Se ne è parlato anche su altri media

Già la permanenza di Lukaku è importante, gli permette di costruire una squadra intorno al pezzo più prestigioso” Le parole del noto operatore di mercato sulle operazioni che riguardano i nerazzurri ora allenati da Simone Inzaghi. (fcinter1908)

Chi parte e chi resta. Chi invece può salutare l'Inter è Kolarov, in scadenza di contratto e con quasi nessuna possibilità di rinnovo "Di fronte a ricche offerte, l'argentino potrebbe salutare. (fcinter1908)

Secondo l'esperto Nicolò Schira sarebbe già in programma un incontro tra l’agente di due calciatori biancocelesti e i dirigenti nerazzurri, ovvero tra Matteo Materazzi - procuratore di Stefan Radu e Felipe Caicedo - e Marotta dietro imput del tecnico che li conosce bene e vorrebbe portarli con sè in nerazzurro. (Sportevai.it)

Inzaghi-Inter, Colonnese sicuro: "Ora per lui è una bella prova del nove"

Queste le sue parole sul nuovo tecnico interista a Radio Radio: "Conte andando via lascia un vuoto nella squadra. Speriamo non gli vendano tanti calciatori, perché come tutti gli allenatori se non hai calciatori, non raggiungi gli obiettivi, come Spalletti, Mourinho e Ancelotti negli ultimi anni" (Fcinternews.it)

Cosa pensa Francesco Colonnese dell'approdo di Simone Inzaghi sulla panchina dell'Inter? Ora per lui è una bella prova del nove. (Fcinternews.it)

Il summit con il padre-agente del nazionale croato, fresco di nomina, andrà, infatti, in scena a stretto giro di posta. Brozovic, all'ultimo, importante contratto in carriera, punta ai 5,5/6 milioni di stipendio, per prolungare dal 2022 al 2024. (Leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr