Sistema Salerno, l'ordine via chat: «So chi siete, ora votate»

Sistema Salerno, l'ordine via chat: «So chi siete, ora votate»
ilmattino.it INTERNO

E ciò per «costringerli.

È soltanto una piccola parte del messaggio whatsapp che Gianluca Izzo (leader delle coop), assieme al collega Umberto Coscia, invia su un canale chat dedicato ai soli dipendenti alla vigilia del voto per il rinnovo della giunta comunale di Salerno.

«Mi sono scervellato sezione per sezione, so dove votate, so dove non votate, quindi io personalmente me li vado a controllare. (ilmattino.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Il blitz dopo la vicenda degli audio con ricatto inviato ai dipendenti per favorire la candidata Francese (La Repubblica)

La sorella di Davide Francese, indagato nella prima tranche dell’inchiesta, succeduto a Izzo alla presidenza della coop. Questa mattina la Squadra Mobile di Salerno, su indagini coordinate dal procuratore Giuseppe Borrelli e dall’aggiunto Luigi Alberto Cannavale, ha arrestato Gianluca Izzo e Umberto Coscia. (Corriere del Mezzogiorno)

Mi meraviglio della meraviglia che in ambienti Pd si avverte a proposito dell'arresto a Salerno di un consigliere regionale della Campania legatissimo al presidente Vincenzo De Luca e dello spaccato impressionante che del governo della seconda città campana emerge dall'ordinanza che ha coinvolto 29 indagati, accusati di aver manipolato appalti pubblici a fini di arricchimento personale e di consenso elettorale (la Repubblica)

“Sappiamo dove votate…”: arrestato l’autore del messaggio Whatsapp intimidatorio durante le elezioni a Salerno

Gli agenti della Squadra Mobile questa mattina hanno eseguito altre due misure agli arresti domiciliari per Gianluca Izzo, amministratore di fatto della coop "San Matteo", e Umberto Coscia, suo stretto collaboratore, in seguito alle indagini avviate negli scorsi giorni e guidate dal procuratore Giuseppe Borrelli e dall'aggiunto Luigi Alberto Cannavale. (la Città di Salerno)

Fece cambiare idea all’attuale governatore della Regione Campania grazie a mitezza e diplomazia Un uomo-chiave del Comune, un fedelissimo di Vincenzo De Luca che nel 1993, quando per la prima volta diventò sindaco di Salerno, disse che avrebbe fatto piazza pulita mettendo alla porta tutti i volti del passato tra cui, appunto, Marotta come ricorda il Corriere del Mezzogiorno. (L'Occhio di Salerno)

A cura di Ciro Pellegrino. Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su Elezioni amministrative Napoli 2021 ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI. È finito agli arresti domiciliari l'autore di un inquietante messaggio inoltrato a raffica su Whatsapp nel pieno delle elezioni comunali a Salerno (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr