Spari sulla folla a Beirut, morti e feriti

Spari sulla folla a Beirut, morti e feriti
Altri dettagli:
AGI - Agenzia Italia ESTERI

Il primo ministro Najib Mikati ha invitato alla calma ed esortato il popolo libanese a non farsi trascinare nella sedizione.

Il ministro dell'Interno libanese, Bassam Maulawi ha confermato che sei manifestanti sciiti sono morti dopo essere state raggiunti da colpi d'arma da fuoco esplosi da "cecchini" durante le proteste a Beirut.

resce il bilancio delle vittime nel corso della manifestazione organizzata da Hezbollah e Amal contro Tarek Bitar, il giudice istruttore che indaga sull'esplosione porto di Beirut. (AGI - Agenzia Italia)

La notizia riportata su altri giornali

“I cecchini miravano alla testa delle persone”, si legge nella nota, “hanno provocato la morte di alcune persone e diversi feriti gravi”. Beirut, l’accusa: “Cecchini sparavano dai tetti”. I due movimenti sciiti libanesi accusano “gruppi armati e organizzati” di aver assaltato i loro sostenitori. (Il Primato Nazionale)

Scontri a Beirut, Amal ed Hezbollah contestano il giudice dell'inchiesta sull'esplosione al porto: 6 morti. (afp). I militanti delle due formazioni sciite davanti al palazzo di giustizia. Interviene l'esercito. (la Repubblica)

Sul fronte geopolitico, Hezbollah rimane legata all’Iran, mentre sono ben conosciuti i legami di Berri (leader di Amal) con gli Stati Uniti. Chi gioca queste partite, sa bene che in Libano per far saltare tutto occorre infiammare i conflitti settari, e mascherare le proprie mosse sotto quella veste. (Fides)

Rivista Italiana Difesa

Il Libano come il Titanic. Il giudice che fa tremare l'establishment. E qui arriviamo al 47enne Tareq Bitar, certamente l’uomo più esposto del Paese, al momento. (Today.it)

Da circa una settimana il Libano è rimasto senza elettricità e questo lascia il Paese dei Cedri al buio e preda di una grave crisi economica. Atteso questo focolaio di contrapposizione religiosa e politica interna, è tutto il Medio Oriente che rimane un’area di confronto tra grandi poteri e regione dalle crisi profonde. (ResegoneOnline)

Le tensioni sono iniziate a Tayyouneh, un quartiere lungo la linea del fronte della guerra civile, quando alcune centinaia di manifestanti vicini ai due partiti sciiti sono arrivati in corteo diretti verso il tribunale. (RID)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr