Il media-day a Trigoria: Mou apre l'ombrello per tutti

Il Romanista SPORT

Ma c'è una risposta per tutto: «Voglio che si abitui ad avere più padronanza in campo nel possesso anche sotto pressione».

Perché lì c'è tutta la sua storia di allenatore, di precettore, di educatore, di sportivo, di sindaco di questa città.

Il nemico è il Torino più che il Feyenoord, sia perché viene prima sia perché uno potrebbe paradossalmente rappresentare l'ostacolo dell'altro.

Poi in finale non sarà un problema, neanche se dovesse capitare di giocare i supplementari: a Tirana potremo giocare anche 300 minuti e risponderemo tutti presente». (Il Romanista)

Su altri giornali

Il secondo tempo. Continua ad alzare il pressing la Viola, che non si accontenta dell’1-0 e cerca il raddoppio. Verso il finale del primo tempo si infiamma la gara e Chiffi è costretto ad ammonire Igor e Kean. (Calcio In Pillole)

Poi, con orgoglio, abbiamo visto che le due semifinali si sono giocate in stadi gremiti, con un totale di 170.000 tifosi presenti". "Le finali sono 50-50 ma faremo del nostro meglio per portarla a 51-49 per noi". (Sport Mediaset)

– Mancano 4 giorni alla finale di Conference League tra Roma e Feyenoord. Quando giro per Roma, fin da quando sono arrivato, tutti ti chiedono di vincere qualcosa dopo tanto tempo. (RomaNews)

Smalling ha parlato della finale di Conference League e di come Mourinho prepara queste partite. Le parole del difensore: "Quest’anno ho potuto essere più continuo, ho lavorato molto per essere sempre a disposizione. (ForzaRoma.info)

La Roma di Josè Mourinho espugna lo stadio Olimpico Grande Torino grazie ad una doppietta di Tammy Abraham ed un calcio di rigore messo a segno da Pellegrini. Roma, Mourinho non parla dopo il successo col Torino. (SerieANews)

Dobbiamo fare del nostro meglio, lottando per il club e per i tifosi, e dobbiamo ricordarcelo. Dall'inizio della stagione è stato sempre questo l'obiettivo. (La Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr