G7, i giganti (del web) pagheranno più tasse » inno3

G7, i giganti (del web) pagheranno più tasse » inno3
Inno3 INTERNO

Per il cancelliere inglese Rishi Sunak, l’accordo raggiunto dal G7 sulla tassazione minima delle multinazionali è “storico”.

L’accordo raggiunto dai ministri al G7 Finance (Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Germania, Canada, Italia e Giappone) poggia su due pilastri: la riallocazione dei profitti e la tassazione minima.

Fondamentale che l’accordo del G7 Finance venga approvato dall’Ocse e portato davanti al G20, previa la verifica che le soglie stabilite non taglino fuori dall’obbligo di tassazione multinazionali potenti, con altre escamotage

Il nuovo accordo del G7 porterebbe nelle sole casse del fisco italiano 2,7 miliardi di euro se andasse in porto. (Inno3)

La notizia riportata su altri media

Così l’ex premier Giuseppe Conte a ‘diMartedi’, su La7 (LaPresse) – “Guidare una nuova forza politica, rinnovarla, rifondarla è una sfida complessa ma ho molto entusiasmo e vedrete che quella che voi descrivete come una forza politica spaccata non è così. (LaPresse)

Se è vero che serviranno nuovi passaggi, è innegabile che sbloccare lo stallo sulla tassa minima era fondamentale. Anche Bruxelles ha riconosciuto l’importanza «del cambiamento dell’amministrazione americana » e del «ruolo personale di Yellen» per il raggiungimento del traguardo. (Avvenire)

I grandi hanno trovato l'accordo per imporre l'imposta minima del 15% alle multinazionali. Ma dietro la trattativa ci sono le tensioni per il futuro assetto del potere Ue. Immaginare un Draghi più politico, costretto a correre i rischi delle forche caudine dei partiti italiani ed europei non è idea (Panorama)

Accordo G7 su tassazione multinazionali: adesso cosa succede? Da Reuters

(LaPresse) – L’accordo raggiunto al G7 sulla tassazione per le multinazionali – global tax – è “un’altra grande notizia. Il prossimo passaggio è il G20, che vede protagnonista l’Italia. (LaPresse)

I numeri della tassa globale per le multinazionali. Quando sarà implementato, aiuterà a contrastare la corsa al ribasso degli Stati (come l’Irlanda) per attrarre le sedi fiscali delle multinazionali. Tuttavia, è un primo passo importante nella giusta direzione (Agenda Digitale)

Henry Nicholls. PARIGI (Reuters) - L'intesa raggiunta dal G7 questo weekend sull'aliquota minima globale per le imprese e le disposizioni per tassare le multinazionali apre la strada a un accordo più ampio nelle prossime settimane che potrebbe dare nuova forma alla tassazione globale negli anni a venire. (Investing.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr