Coronavirus, le ultime notizie dall’Italia e dal mondo sul Covid, il green pass e i vaccini

Corriere della Sera INTERNO

Non c’è dubbio che entro la fine del 2022, salvo un’altra variante, quasi tutta la popolazione bene o male incontrerà questa variante».

Ore 15.23 - Oms, picco Omicron vicino in Italia, l’azione governo è giusta. «In Paesi come l’Italia e la Grecia ci stiamo avvicinando moltissimo al picco» della variante Omicron.

«Sicuramente sì, dovremo convivere con quella che sarà poi la sua variante dominante, non so se sarà la Omicron

«Questa variante Omicron raggiungerà tutti — ha precisato —, non c’è scampo. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri media

In termini pratici, il flusso giornaliero aggregato nel bollettino del Ministero della Salute sarà aggiornato con un nuovo campo “n. Non cambia invece la definizione di caso Covid: chiarisce il Ministero, che qui dà invece ragione all’Iss, «i positivi asintomatici e vaccinati continueranno ad essere conteggiati nel bollettino quotidiano». (Il Sussidiario.net)

Lo chiarisce a 'L'aria che tira' su La7 il consigliere del ministro Speranza, Walter Ricciardi. Il bollettino quotidiano dei contagi da coronavirus "ci viene richiesto dai trattati internazionali e dall'Oms. (Adnkronos)

di Adriana Logroscino. La richiesta delle Regioni di distinguere positivi e ricoverati sintomatici da quelli asintomatici non passa. Sulla distinzione tra ricoverati con Covid e ricoverati per Covid, invece, ci sarebbe uno spiraglio. (Corriere della Sera)

15 gennaio 2022 a. a. a. Fabio Ciciliano del Cts spiega che il comitato si è dichiarato a sfavore di un diverso conteggio dei numeri della pandemia. All’interno delle classi il rischio, anche se presente, risulta più contenuto se si rispettano le norme di prevenzione", conclude Ciciliano (LiberoQuotidiano.it)

Bollettino, gli asintomatici restano a fare numero (e a giustificare le restrizioni). I governatori da giorni chiedono di eliminare dal monitoraggio nazionale, a partire da febbraio, il dato dei ricoverati positivi ma non entrati in ospedale come malati di Covid. (Il Primato Nazionale)

Chieda ai colleghi delle terapie intensive e delle rianimazioni degli ospedali chi sono i ricoverati per Covid-19. «Tutto ciò che è attorno alla scuola può contribuire alla crescita dei contagi: dagli assembramenti sulle banchine e sui mezzi di trasporto alla non corretta gestione degli scaglionamenti degli ingressi (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr