Musetti da favola per due set, poi Djokovic torna fenomeno e il sogno svanisce

La Gazzetta dello Sport SPORT

Lorenzo, spavaldo nei suoi 19 anni, ha preso a schiaffi il numero 1 al mondo nei primi due set vinti entrambi al tie break, poi il serbo ha avuto una reazione furiosa.

Gli è bastato raccogliere le idee nello spogliatoio e tornare feroce in campo deciso a prendersi il quarto di finale.

Nell'antica Grecia si chiamava peccato di Ubris, di tracotanza, di cui si macchiava chi sfidava gli dei.

La sfida con il numero 1 al mondo finisce 6-7 (7) 6-7 (2) 6-1 6-0 4-0 e ritiro del 19enne per un problema all'inguine. (La Gazzetta dello Sport)

Su altri media

Ho vinto i primi due set contro il numero uno del mondo; poi ho avuto un problema fisico. Cosa ho pensato dopo i primi due set? (Tennis World Italia)

Devo dare merito a Musetti per questo e per aver giocato bene nei momenti importanti A dire il vero mi è piaciuto il fatto di aver perso due set, perché ho giocato sotto un particolare tipo di tensione. (Tennis World Italia)

“Questa è un’opzione di prendere in considerazione e a prescindere da questo match, Matteo sta cercando di aumentare numericamente le discese a rete Musetti non lo conosco così bene ma forse avrà avuto un calo, non so se fisico o mentale o tutti e due. (Ubi Tennis)

Sfida al numero 1 del mondo, a caccia della semifinale sulla terra rossa di Parigi: Matteo Berrettini affronta Novak Djokovic nei quarti di finale del Roland Garros. I due canali tv Eurosport sono disponibili in streaming anche per gli abbonati alla piattaforma Discovery+ (vedi ). (Stadionews.it)

Successivamente Nole si è riacceso mentre l'azzurro ha accusato la stanchezza (era reduce dalla sfida in 5 set contro Marco Cecchinato) ed ha pareggiato i conti con un netto 6-0;6-1. Dopo una lunga e dura battaglia il numero uno al mondo Novak Djokovic ha vinto in rimonta in cinque set contro il tennista italiano Lorenzo Musetti aggiudicandosi così l'accesso ai Quarti di finale del Roland Garros. (Tennis World Italia)

"Non ho visto un grave infortunio, per questo non credo che stato giusto fermarsi - ha detto il tedesco ai microfoni di Eurosport -. Boris Becker ha tirato le orecchie a Lorenzo Musetti. (Sportal)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr