Partite IVA, nuovi contributi a fondo perduto: requisiti e come ottenerli

I-Dome.com ECONOMIA

L’Agenzia delle Entrate ha fornito in data 13 ottobre le ultime indicazioni sulla misura, con la procedura di richiesta che sarà attiva fino al prossimo 13 dicembre.

Nuovi contributi partite IVA: domande dal 14 ottobre. Sono partite ieri 14 ottobre 2021 le procedure per richiedere i nuovi contributi a fondo perduto per le partite IVA introdotti dal decreto Sostegni bis.

Da giovedì 14 ottobre le partite IVA con un fatturato compreso tra 10 e 15 milioni di euro potranno inviare la domanda per ricevere i nuovi contributi a fondo perduto introdotti dal decreto Sostegni bis. (I-Dome.com)

Su altre fonti

Seconda tranche 2021 contributi a fondo perduto destinati ad ASD/SSD. Pubblicato sul sito sport.governo.it:. Sono in corso le procedure di erogazione della prima parte della seconda tranche dei contributi automatici … CLICCA PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO (Blunote)

L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto in conto capitale, nelle misura del 50% con un limite massimo di 50mila euro di contributo concedibile. Con questo bando favoriamo il recupero e l’ampliamento delle unità produttive, attendendo benefici anche in termini di occupazione». (corriereadriatico.it)

La compilazione è molto semplice e basterà riconsegnarla via Pec al Comune entro il 31 ottobre 2021. Il Comune di Trevignano ha stanziato un contributo al sostegno delle imprese del territorio comunale di 50mila euro a fondo perduto. (Qdpnews)

In questo caso viene riconosciuto anche il contributo “Sostegni-bis automatico” (art. Con un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, è approvato il modello di domanda, con le relative istruzioni, per richiedere i contributi. (Terre Marsicane)

«Nella nuova versione della misura – spiegano da Casartigiani Taranto – si registrano importanti novità: oltre 2 miliardi di investimenti e più agevolazioni a fondo perduto per le piccole e medie imprese. (TarantoBuonaSera.it)

Il decreto firmato dal ministro Giancarlo Giorgetti è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto e rende attivabili le risorse presso il ministero dello Sviluppo economico. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr