Bonus prima casa under 36, istruzioni e chiarimenti dell'Agenzia: vale anche per box e aste giudiziarie

Bonus prima casa under 36, istruzioni e chiarimenti dell'Agenzia: vale anche per box e aste giudiziarie
ilmessaggero.it ECONOMIA

Bonus prima casa, i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate. I vantaggi dell'agevolazione si estendono all'acquisto delle pertinenze dell'abitazione principale

E per quanto concerne le tasse sull’atto di rogito, l’agevolazione consiste nell’azzeramento delle 3 imposte di registro, ipotecaria e catastale.

I beneficiari non dovranno versare l’imposta sostitutiva né le imposte di registro, ipotecaria e di bollo. (ilmessaggero.it)

La notizia riportata su altri giornali

"Da oggi è operativo il bonus prima casa per gli under 36, che abbiamo introdotto con il Decreto Sostegni Bis", lo ha annunciato sui social il vice ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli. (Milano Finanza)

del 14 ottobre 2021, ha pubblicato le istruzioni per ottenere il cosiddetto bonus prima casa under 36, previsto dal Dl Sostegni bis (Dl n. Il bonus prima casa under 36, inoltre, vale anche per gli immobili acquistati tramite asta giudiziaria (InvestireOggi.it)

La circolare n. 12 dell’Agenzia delle Entrate fornisce dei chiarimenti in merito ai requisiti che danno accesso al bonus. L’Agenzia delle Entrate ha fornito i primi chiarimenti in merito al bonus prima casa dedicato ai giovani under 36 che vogliono acquistare la prima abitazione. (Money.it)

Bonus “Prima casa under 36”, vale anche per i box: chi può farne richiesta

Agevolazioni anche per i finanziamenti collegati all’acquisto, alla costruzione e alla ristrutturazione dell’immobile: con il bonus prima casa under 36, infatti, non è dovuta l’imposta sostitutiva delle imposte di registro, di bollo, ipotecarie e catastali e delle tasse sulle concessioni governative Bonus “Prima casa under 36”: tutti i requisiti e le regole per usufruire dell’agevolazione. (Gazzetta del Sud)

Le esenzioni dall’imposta sostitutiva sono valide anche per i mutui erogati per la costruzione o ristrutturazione di un immobile destinato a prima casa. Potranno quindi rientrare nel perimetro dei vantaggi fiscali cantine e box, purché legate all’abitazione indicata come prima casa. (Notizieora.it)

L’agevolazione non è invece applicabile ai contratti preliminari di compravendita, essendo prevista per i soli atti traslativi o costitutivi a titolo oneroso. A beneficiarne potranno essere i giovani con meno di 36 anni e con un Isee non superiore a 40mila euro che acquistino un’abitazione entro il 30 giugno 2022. (greenMe.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr