Ex colonnello dell'Esercito siriano condannato all'ergastolo

Ex colonnello dell'Esercito siriano condannato all'ergastolo
ilFormat ESTERI

“Posso dire che mi sento sollevato, anche se ho dovuto rivivere l’orribile esperienza ancora e ancora, almeno in modo risolutivo”.

Questa è la prima volta che un alto funzionario del governo siriano è condannato per crimini contro l’umanità.

Ex colonnello dell’Esercito siriano condannato all’ergastolo. Un ex colonnello dell’Esercito siriano è stato dichiarato colpevole di crimini contro l’umanità. (ilFormat)

Ne parlano anche altre fonti

Raslan dice di aver provato "rammarico e compassione" per tutte le vittime: sono almeno 60.000 le persone uccise sotto tortura nei centri di detenzione di Assad, secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani. (Euronews Italiano)

È stato in questa prigione che Wassim Mukdad è stato torturato per cinque giorni, nell’ottobre 2011. Una sentenza senza precedenti per questo primo processo al mondo che coinvolge un ex alto ufficiale dei servizi di intelligence siriani. (oggiurnal)

Al giorno d'oggi sono circa 800mila i rifugiati siriani che vivono in Germania Raslan, che non è l'unico ufficiale del famigerata Sezione 251 finito a processo in Germania, era finito in manette nel 2019 in Germania dove aveva cercato asilo. (Ticinonline)

Siria, il processo in Germania: «Così ho portato alla sbarra il torturatore del regime di Assad»

Germania, ergastolo al torturatore di Assad: "In Siria crimini contro l'umanità" di Francesca Caferri. Anwar Raslan in aula a Coblenza (afp). Anwar Aslan era accusato di complicità nei maltrattamenti brutali di almeno quattromila detenuti a Damasco e della morte di almeno 58 di loro. (La Repubblica)

L’ex colonnello siriano Anwar Raslan, 58 anni, fedelissimo di Bashar al Assad, è stato condannato all’ergastolo da un tribunale tedesco: la storica sentenza della Suprema corte regionale di Coblenza, al termine di un processo durato quasi due anni, fatto di 108 udienze, ha dichiarato colpevole di crimini contro l’umanità lui che si è sempre professato innocente. (Farodiroma)

«Dopo alcuni giorni, uno dei miei amici ha detto: “Sapevi che Anwar Raslan è a Marienfelde?”». Così Al Bunni, prima manda moglie e figli all’estero (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr